Da oggi a Rimini torna il festival "Interazioni"

Mar 21 Maggio 2019 | Manuela Angelini


Da oggi a Rimini torna il festival "Interazioni"

Mon 16 September 2019 | Manuela Angelini

RIMINI. Conoscere l’altro, il “diverso”, è il primo passo per una integrazione reale e rispettosa. Una conoscenza più che mai necessaria in un periodo storico in cui si fa leva solo sulle paure senza ascoltare chi ha culture, usanze e aspetto fisico differenti. Grazie al festival “Interazioni” (giunto quest’anno alla 18ª edizione) è possibile scoprire le voci e i pensieri di chi proviene dall’Africa per arrivare a creare “Dialoghi nella città multiculturale”, come recita il sottotitolo della manifestazione.
Da oggi al 19 giugno a Rimini e provincia è in programma un ricco calendario di incontri, mostre, iniziative sportive, proiezioni…
Africa e Afriche
Oggi pomeriggio alle 17 al Museo della città (Sala del Giudizio) la tavola rotonda “Africa & Afriche tra sviluppo e migrazioni” vede gli interventi di Raffaele Masto (giornalista di Radio Popolare), Marco Trovato (direttore della rivista Africa) e Paolo Attanasio (Centro studi e ricerche Idos). Coordina Francesco Cavalli (direttore Icaro tv). L’incontro mette l’accento sul fatto che, a sud del Sahara, l’Africa è un continente con situazioni e storie estremamente diverse che vanno dalla povertà al riscatto, dalle guerre all’emarginazione, dallo sviluppo imprenditoriale e umano alla crescita educativa e culturale. Troppo spesso, infatti, l’immagine che gli italiani hanno dell’Africa si limita a uno stereotipo che è sempre più lontano dalla realtà, assai articolata e complessa. Ad esempio, esistono intere aree dell’Africa che crescono economicamente più della media europea.

Anche in ambito ambientale, vi sono stati che fanno scelte molto avanzate, basti pensare che il Rwanda e recentemente anche il Kenya hanno abolito i sacchetti di plastica.
Durante l’incontro sarà a disposizione il dossier con i dati sull’immigrazione nel 2018.

Incontri ed eventi
Gli appuntamenti di “Interazioni” proseguono domenica 26 con due iniziative. A Montescudo (ore 16, piazza del Municipio) l’incontro “Educare alla cittadinanza inclusiva”, a Rimini (bar Lento, ore 19.30) “Afro women poetry” dà spazio alla poesia delle donne in un’Africa che cambia, con gli interventi di Antonella Sinopoli e Mary Boateng, letture di Rachele Pavolucci e Elisa Angelini. Ancora poesia nell’incontro del 30 maggio (ore 16.30, Biblioteca Gambalunga) insieme a Pedro Miguel e Ndjock Ngana, in collaborazione con Fara editore.
Venerdì 21 a Casa Madiba alle 18 proiezione del video “Adolescenti e migranti. Narrazione e identità” e a seguire lo spettacolo “Pane”.

Alle 21 proiezione del docufilm “Paese nostro”.
Tra gli appuntamenti di giugno, segnaliamo il “Mundialito”, il torneo internazionale di calcetto in programma l’8 e il 9 a Villa Verucchio, con la tradizionale festa di chiusura in piazza Europa.
Proiezioni in Cineteca
Nella Cineteca comunale di via Gambalunga sono tre le proiezioni curate da “Interazioni”, sempre alle ore 21. Si comincia giovedì 23 con “Revenir” di David Fedele e Kumut Imesh. Il 6 giugno arriva sullo schermo “Burkinabè rising”, il documentario della pluripremiata attivista brasiliana Iara Lee che racconta la rivoluzione, iniziata nel 2013, in Burkina Faso. Infine, il 13 giugno, proiezione di “Difret. Il coraggio per cambiare” del regista etiope Zeresenay Berhane Mehari.

Mostre
Al Museo della Città inaugurano sabato 25 varie esposizioni. Da vedere le immagini di “African life” e “Tribe no name”, a cura di Romina Remigio.

In collaborazione con il Museo degli Sguardi la mostra etnografica “African anthropology”. Gli studenti dei corsi di laurea in Moda del Campus riminese hanno rielaborato alcuni costumi tradizionali vietnamiti, da scoprire nella mostra “Costume meets fashion, across ao dai”, a cura di Simona Segre Reinach, Marzia Bia, Cristiana Curreli, Marianna Balducci. In esposizione anche i progetti di educazione alla cittadinanza interculturale delle scuole di Rimini, e alcuni abiti realizzati con stoffe africane, nati dalla collaborazione fra sarti italiani e di Nigeria e Guinea.
Tre le mostre da visitare in via Bertola. “Mal d’Africa, gioielli dedicati”, nell’atelier orafo di Maria Luisa Palazzo. Si intitola “Risvolti” la mostra fotografica e vestimentaria sull’India, suddivisa tra il laboratorio ReeDo e i negozi Ebe New Hair Style, A Fior di Pelle e Caramello. Infine l’esposizione di stoffe, campane tibetane, dipinti e altro, nello spazio Chi Cerca Trova.


“Interazioni” è promosso da Istituto di scienze dell’uomo, Associazione Arcobaleno, Arci, Rumori Sinistri, il Borgo della Pace, insieme a molti partner. Info: 0541 50555 www.isurimini.it

Quanto voteresti questa pagina?

Clicca sulla stella per votare

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Tag:, , ,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *