RIMINI. Tante emozioni, grandi star e nomi di prestigio sul palco del teatro Galli che dal 16 settembre ospiterà tutti gli eventi della 71esima Sagra Musicale Malatestiana. Straordinaria la presenza di Cecilia Bartoli, star mondiale del belcanto, che fu protagonista della serata di riapertura del Teatro Galli con La Cenerentola di Gioachino Rossini con l’orchestra Les Musiciens du Prince diretta da Gianluca Capuano, adesso nuovamente sul palco (16 settembre) per un concerto che conferma il rapporto privilegiato della grande artista con la città di Rimini. Presenza costante e prestigiosa della Sagra Musicale Malatestiana, Valery Gergiev volle prendere parte agli eventi per la riapertura del Teatro Galli, coinvolgendo solisti, Coro e Orchestra del Teatro Marinsky in un’eccezionale esecuzione del Simon Boccanegra di Verdi.  Significativo il ritorno del maestro russo a Rimini (19 settembre) con la sua orchestra, in un programma consacrato alle sinfonie di Mendelssohn e Prokof’ev. Altrettanto carica di significato sarà la presenza di Riccardo Muti sul podio dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini: a Rimini Muti tornerà (24 novembre) con la formazione da lui fondata e protagonista sotto la sua guida di tante esibizioni in giro per il mondo. Il ciclo dei concerti sinfonici si chiude con la presenza di una delle migliori orchestre italiane: la Filarmonica della Scala affidata alla bacchetta di Fabio Luisi (30 novembre) con Alessandro taverna solista al pianoforte, in un programma interamente dedicato a Beethoven.

Musiche da Camera

Due acclamati virtuosi dell’archetto, il violinista Giuliano Carmignola e il violoncellista Mario Brunello, inaugurano (6 ottobre) il ciclo dedicato alla musica da camera. Originale l’impaginazione del  programma che spazierà tra concerti di Vivaldi e Bach e vedrà i due celebri solisti sul palco del Teatro Galli assieme ai musicisti dell’Accademia dell’Annunciata diretti da Riccardo Doni. Ritornano al Galli i solisti del Quartetto della Scala (18 ottobre) impegnati in un programma dedicato alle opere di Schubert e Beethoven Appositamente immaginato per la  Sagra Musicale Malatestiana è il programma beethoveniano con i musicisti della WunderKammerOrchestra diretti da Carlo Tenan (28 ottobre). Dalla ricostruzione del giovanile concerto per pianoforte e orchestra si passerà alle danze del balletto Le creature di Prometeo e con la voce del giovane mezzosoprano Mara Gaudenzi la ricognizione si spinge alla raccolta dei Volkslieder dove Beethoven crea originali arrangiamenti delle canzoni popolari europee.

Ancora Beethoven nel programma proposto dall’acclamato pianista Alexander Romanowski (19 novembre). Alla Sonata Al chiaro di luna il recital del solista accosta una trascrizione della virtuosistica Ciaccona di Johann Sebastian Bach e il visionario ciclo di fantasie che Robert Schumann intitolò  Kreisleriana.

Musiche antiche

Originale l’itinerario nella musica da camera del Settecento che rinnova la sua attenzione verso un repertorio spesso trascurato. Il confronto tra le arie da camera di Handel e di Scarlatti è al centro del concerto del soprano Arianna Lanci (23 settembre)  con i solisti dell’ Ensemble Locatelli

Nella valorizzazione del patrimonio musicale del territorio si inserisce il concerto dell’organista Andrea Macinanti (1 ottobre) allo strumento recentemente restaurato alla chiesa di Santa Maria in Corte, nel centenario della sua costruzione, con i proventi della raccolta fondi organizzata dal Club Agora e Inner Wheel..

Con la voce del soprano Laura Catrani (13 novembre) prende corpo un esclusivo concerto dedicato a due donne compositrici vissute nel cuore del Settecento: la clavicembalista Maria Teresa Agnesi e la principessa Maria Antonia Walpurgis, che fu una protettrice delle arti cresciuta negli insegnamenti di maestri come Hasse e Porpora.

Fellini 100 – Maratona Galli

Nell’anno del centenario della nascita di Federico Fellini l’omaggio alle musiche di Nino Rota prende  forma nel concerto dell’Ensemble Le Muse (31 ottobre) diretto dal sassofonista Federico Moldelci.

Dedicata al compositore riminese Amintore Galli è  la maratona concertistica  (15 novembre) che si snoderà tra le opere del catalogo del musicista, ricco di pagine vocali e strumentali e riflesso di una personalità particolarmente influente nell’Italia musicale di primo Novecento come attestano le importanti pagine teoriche e l’apprezzamento da critico musicale per le opere di Mascagni, Giordano e Cilea.

Dopo le numerose occasioni di approfondimento con incontri, conferenze e presentazioni sui nuclei tematici della Sagra 2020, ad esplorare le diverse sfaccettature di Amintore Galli musicista e teorico, sarà una tavola rotonda che il 14 novembre al Teatro Galli, vedrà interloquire fra loro Donata Bertoldi, Paolo Patrizi, Gianandrea Polazzi e Annarosa Vannoni.

Info: www.sagramusicalemalatestiana.it

Argomenti:

cecilia bartoli

riccardo muti

rimini

sagra musicale malatestiana

teatro galli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *