Da Merano a Matera in bici con tappa a Ravenna nel nome dell’Unesco

L’assessore allo Sport di Ravenna Roberto Fagnani ha portato questa mattina il saluto proprio e dell’Amministrazione comunale a un gruppo di ciclisti dell’associazione sportiva dilettantistica Pedale Meranese Gino Bartali di Mareno di Piave (Treviso), promotrice di un gemellaggio con l’associazione Re-Cycling Bernalda di Matera, nel nome della comune adesione ai valori dello sport e di un connubio tra due prestigiosi patrimoni Unesco: quello delle colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene e quello dei Sassi di Matera.

Il gruppo di ciclisti è partito ieri, lunedì 16 agosto, da Conegliano Veneto, e conta di arrivare a Matera venerdì. La prima tappa di un percorso lungo 1.200 chilometri è stata appunto la Conegliano – Ravenna e così l’assessore Fagnani ha voluto portare il suo saluto ai sei protagonisti del tour: Andrea Michelet, Michele Bazzo, Angelo Sampino, Elio Montinaro, Giuseppe e Matteo Macchia: “Un gemellaggio sportivo nel nome dell’Unesco – ha dichiarato Fagnani – non poteva che passare da Ravenna, che vanta ben otto siti Patrimonio mondiale dell’umanità. Mi ha fatto inoltre particolarmente piacere incontrare il gruppo di Conegliano perché so che alla base di questa iniziativa non c’è solo la condivisione della denominazione Unesco ma anche un identico modo di vivere lo sport come portatore di valori di amicizia, solidarietà e integrazione, che unisce tantissime associazioni lungo tutto il nostro straordinario Paese”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui