Da Gambettola colombe solidali per Riviera ed entroterra

La solidarietà si accende in cucina. Il merito è di una equipe di cuochi capitanati dallo chef vadese Mario Beccari che comanda i fornelli di un noto ristorante di Milano Marittima, fornelli che la pandemia ha spento il 12 settembre scorso e che non si sa ancora quando riapriranno. Così con i quattro cuochi che lo seguono nelle cucine romagnole, Matteo Gasperoni per la provincia di Rimini, Vincenzo Esposito (residente a Gambettola) Icame Fadel e Giuseppe D’Andrea per Cesena, si è inventato una iniziativa di solidarietà per addolcire la Pasqua e per riaccendere i riflettori sul settore della ristorazione.

L’idea è da applausi: colombe della solidarietà distribuite tra la riviera e l’entroterra romagnolo.

Hanno preparato 400 colombe tra grandi e piccole che verranno donate a chi è stato in questi mesi in prima linea come medici di base, Croce Rossa e Protezione Civile ed alla Caritas perché le distribuisca tra le persone che magari dopo la pandemia non possono più permettersi di comprare una colomba.

Con questo pensiero Vincenzo Esposito a nome di tutti i suoi colleghi cuochi consegna a Caritas Gambettola le colombe pasquali. A riceverle il sindaco Letizia Bisacchi, Rosair Rancitelli consigliere che ha curato l’iniziativa, il presidente della Protezione Civile Alex Pollini e la responsabile Caritas Ramona Baiardi che avranno cura di consegnare il dolce regalo alle famiglie gambettolesi in difficoltà.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui