Da Famija Arciunesa un bassorilievo all’Ospedale Ceccarini di Riccione

Famija Arciunesa nella giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid-19 dona all’Ospedale Ceccarini di Riccione un bassorilievo dell’artista Elisabetta Perchinunno dell’Associazione Scultura Riccione. 
“Ho realizzato questa opera durante il primo lockdown, un momento che ci ha segnato e che ho in qualche modo voluto ricordare perché quei giorni ci hanno cambiati” ha spiegato la scultrice “il bacio con la mascherina è una testimonianza del disagio che abbiamo vissuto ma anche un messaggio di speranza perchè l’amore vince su tutto”. 

Donazioni per 100mila euro


L’opera ha preso posto nella hall principale dell’Ospedale Ceccarini ed anche per Famija Arciunesa ha un significato importante a due anni dalla raccolta fondi “Riccione Contro il Coronavirus” con la quale con 948 singole donazioni sono stati raccolti oltre 100 mila euro. 
“La generosità di così tante persone ci ha dato la possibilità di donare al nostro ospedale in piena emergenza mille tute anti contagio, inizialmente introvabili, due ventilatori polmonari che per anni saranno utili alla nostra Rianimazione così come i due ecografi di ultima generazione, attrezzature che da mesi vengono utilizzate nei reparti” ha sottolinea Alessandra Prioli Vice Presidente di Famija Arciunesa “mancava però un segno che ci ricordasse ogni giorno questo moto di generosità partito dal basso e l’opera dell’artista Elisabetta Perchinunno servirà anche a testimoniare la generosità di tanti riccionesi e per ringraziare chi anche nella paura generale non si è sottratto alla propria missione, sacrificando anche la vita”
“E’ un dono molto gradito” ha dichiarato Bianca Caruso Dir, Ospedale Ceccarini “renderà più accogliente la hall dell’ospedale e soprattutto rappresenta un segno di vicinanza della comunità per tutti noi molto importante”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui