Da Cervia a Cesenatico, Pasolini in Romagna e su Radio3

Continuano anche in Romagna le iniziative per ricordare il grande scrittore, poeta e regista Pier Paolo Pasolini a cento anni dalla sua nascita (Bologna, 5 marzo 1922).

Diverse le proposte per questo sabato 5 marzo. Alla biblioteca comunale “Maria Goia” di Cervia, l’Associazione “Il Menocchio” ha in programma, dalle 16:30, un pomeriggio interamente dedicato al ricordo della vita e delle opere di Pasolini, con le letture di Michele Zizzari e la musica e le canzoni di Priscilla Casadei. Fino al 15 marzo sarà anche possibile visitare all’interno della biblioteca la mostra fotografica dedicata a Pasolini e allestita da Priscilla Casadei. Per informazioni telefonare il numero 0544-979384 o scrivere all’indirizzo mail biblioteca@comunecervia.it.

Sempre a partire dal 5 marzo e fino al 20 aprile anche il cinema Eliseo Multisala di Cesena renderà omaggio a Pasolini, proiettando alcune delle pellicole più rappresentative della sua carriera da regista. Di seguito i titoli dei film e gli orari in cui sarà possibile vederli: “Accattone” (1961), con Franco Citti e Adriana Asti, sarà proiettato sabato 5 alle ore 18, lunedì 7 alle ore 20:45 e mercoledì 9 alle ore 18:30; “Mamma Roma” (1962), con Anna Magnani e Franco Citti sarà in sala sabato 19 marzo alle ore 18:00, lunedì 21 alle 20:45 e mercoledì 23 alle ore 18:30; ad aprile invece sarà la volta di “Uccellacci e uccellini” (1966) con Totò e Ninetto Davoli, in sala sabato 2 alle 18, lunedì 4 alle 20:45 e mercoledì 6 alle 18:30 e del documentario “Comizi d’amore” (1964), in sala sabato 16 alle ore 18:00, lunedì 18 alle 20:45 e mercoledì alle 18:30. Nel foyer del cinema sarà anche allestita una mostra fotografica dal titolo “Pasolini sul set”. A cura di Antonio Maraldi del Centro Cinema-Città di Cesena, l’esposizione propone quindici foto tratte dal set dei film “Accattone”, “Mamma Roma” e “Uccellacci e Uccellini”.

In diretta su Radio3 invece, alle ore 20:30 del 5 marzo, ci sarà il podcast “PASOLINACCI E PASOLINI Il nostro Pier Paolo” di e con Marco Martinelli e Ermanna Montanari, con l’accompagnamento musicale dal vivo di Daniele Roncato, che con il suo contrabbasso arricchirà la serata spaziando da Bach a “Bella Ciao”. Martinelli e Montanari, fondatori del Teatro delle Albe di Ravenna, che negli ultimi decenni ha segnato la scena italiana, propongono un “teatro d’ascolto” in cui raccontano della loro personale esperienza con il genio di Pasolini, da sempre per loro fonte d’ispirazione per il suo cinema e il suo teatro. Diversi gli ospiti della serata condotta da Laura Palmieri. Saranno presenti lo scrittore e critico letterario Marco Belpoliti, che sta per pubblicare il libro “Pasolini e il suo doppio” e gli aspiranti registi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, che a marzo presenteranno al Teatro Studio Eleonora Duse di Roma alcune sceneggiature di Pasolini su cui stanno lavorando sotto la guida di Giorgio Barberio Corsetti. Nel caso si perdesse la diretta si può riascoltare l’intera serata nella sezione podcast di RaiRadio3.

Anche Cesenatico sceglie di ricordare Pasolini e lo fa con una conferenza dal titolo “ Pasolini nell’Italia che si trasforma”. La serata, a cura di Marco Antonio Bizzocchi, professore dell’Università di Bologna, si terrà al Teatro Comunale di Cesenatico  venerdì 11 marzo alle ore 21. Punto focale della conferenza sarà analizzare l’influenza che Pasolini ha avuto sulla cultura italiana con le sue poesie, articoli, romanzi e film, ricordando anche il suo legame con la Romagna e con Cesenatico. Pasolini infatti scrisse spesso della città sul quotidiano “Il Tempo”, in cui parlò anche della rivista cesenate “Sul Porto” e dei suoi curatori, i poeti Ferruccio Benzoni, Stefano Simoncelli e Walter Valeri, che più volte gli fecero visita a Roma. La serata sarà a ingresso libero ed sarà necessario il Green Pass rafforzato.

Per quanto riguarda invece le letture, si segnala la biografia di Pasolini “Pasolini, L’uomo che conosceva il futuro”, del giornalista e scrittore friulano Marco Trevisan, pubblicata per Diarkos e disponibile in tutte le librerie e store online al prezzo di €18,00. Trevisan propone una biografia umana, spirituale e letteraria, che attraverso l’utilizzo di documenti inediti riesce a dare nuova luce alla figura di Pasolini, noto, oltre che per la passione e il coraggio, anche per la capacità di leggere negli avvenimenti presenti e futuri. Pasolini viene presentato da Trevisan come un artista poliedrico e controcorrente, che divenne il massimo interprete della nuova Italia repubblicana del dopoguerra e le cui opere ancora oggi impongono la profondità delle sue riflessioni sulla società e sull’individuo. Distintosi per la critica feroce al perbenismo piccolo borghese e al consumismo, Pasolini si è sempre prodigato per aiutare le classi meno abbienti. La sua esistenza per certi versi drammatica si concluse tragicamente ad Ostia, sul litorale romano, dove venne ritrovato il suo corpo martoriato la mattina del 2 novembre 1975.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui