RIMINI –  Cuoco e cameriere senza mascherina in cucina e ospiti senza documenti. E’ questa la situazione che hanno individuato gli agenti della polizia di Stato durante un controllo in un hotel a Rimini, a Miramare. Durante l’ispezione è emerso infatti che il titolare, che ha dichiarato di essere anche il cuoco, stava lavorando senza mascherina. Lo stesso stava facendo un altro cameriere, entrambi durante i servizio di colazione, con diversi ospiti in sala, individuando anche una porta tagliafuoco non a norma di legge. Violazioni per cui gli agenti hanno elevato al titolare una sanzione amministrativa di 2mila euro. All’interno dell’albergo, inoltre, la polizia ha individuato anche a due cittadini extracomunitari sprovvisti di documento d’identità.

Argomenti:

albergo

covid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *