La cultura non si ferma, anche a Santarcangelo

SANTARCANGELO. «Lo dico sempre anch’io, in due è il massimo, per stare insieme, se vuoi stare insieme, in dieci, in venti, come fai a stare insieme? La gente invece gli piace d’essere in tanti (…) stiamo insieme che non vuol dire niente, starai accanto, non insieme (…)».

Così recita una poesia di Raffaello Baldini che continua svelando come lui si senta solo in mezzo a tanti «invece in due, tu e lei, la sera, in casa che a un certo momento spegni la televisione, chiacchieri un po’, lei va di là, torna, sorpresa! due gelati, vuoi crema o cioccolato?».

Sembra un viatico per questo momento di costrizioni casalinghe. E con i suoi versi si apre la serata con protagonista Samuele Bersani nel settembre 2015, quando il Cantiere poetico per Santarcangelo, il primo delle cinque edizioni messe in atto, fu dedicato al poeta santarcangiolese. Serata in cui Samuele e il padre Raffaele hanno raccontato della loro passione per Baldini, e che ora è possibile vedere e ascoltare on line. Perché anche il comune di Santarcangelo vuole essere accanto alla gente sotto l’egida del motto La cultura non si ferma.

Lella Costa, il professor Tullio De Mauro e il regista Pupi Avati sono alcuni personaggi che si potranno incontrare nei prossimi giorni dedicati alla cultura, basta andare in rete sui profili social della Biblioteca Baldini e dei musei comunali. L’articolo completo sul Corriere Romagna in edicola oggi, 27 marzo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui