Dalla Croazia a Riccione in canoa, impresa compiuta in 19 ore

Dalla Croazia a Riccione in canoa, impresa compiuta in 19 ore

Dopo 19 ore di pagaiate l’ultrarunner riccionese Stefano Gregoretti e Nico Valsesia da Susak in Crozia sono arrivati oggi alle 17 al porto di Riccione. Una distanza di 88 miglia da colmare con un kayak prodotto dall’italiana Allwave, adatto alle lunghe distanze. I due atleti durante la traversata hanno raccolto, laddove possibile, i pezzi di plastica incontrati in mare e li hanno consegnati una volta arrivati in porto a Riccione per farli smaltire al Seabin, il dispositivo mangia plastica posizionato nei mesi scorsi proprio vicino alla banchina. Ad attenderlo l’assessore all’ambiente Lea Ermeti, la Capitaneria di porto, il presidente della consulta del porto Remigio Cattarinetti e Marco Ciavatta, Volvo Car Italia, partner del progetto Lifegate – Seabin.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *