Fallimento Aeradria. Assolti Gnassi, Vitali e Cagnoni ma c’è una condanna

RIMINI. Processo per il crac Aeradria, la società che gestiva l’aeroporto di Rimini: assolti, dopo 11 ore di camera di consiglio, l’ex sindaco di Rimini Andrea Gnassi, l’ex presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali, l’ex presidente della Camera di Commercio Manlio Maggioli e il presidente di Ieg Lorenzo Cagnoni. Assoluzione anche per Mario Formica ex vicepresidente di Aeradria. La sentenza è stata letta questa sera al Tribunale di Rimini.

Queste erano le richieste dell’accusa: quattro anni e quattro mesi di reclusione per Vitali; un anno e quattro mesi per Gnassi; un anno per Cagnoni. Era stata chiesta l’assoluzione, invece, per Formica e Maggioli.

Al termine del processo assoluzione anche pèr Fabio Rosolen (l’accusa aveva chiesto 3 anni). Condannato invece a 4 anni il professionista Santo Pansica, accusato di aver avuto un ruolo negli artifici contabili per nascondere lo stato di dissesto della controllata Air. La Procura per lui aveva chiesto una pena inferiore: 3 anni e 8 mesi.

Stefano Vitali e Andrea Gnassi

La gioia di Sadegholvaad: “Nove lunghissimi anni”

Gioisce il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad: “La contentezza e la gioia per l’assoluzione di Andrea Gnassi e Stefano Vitali nel processo cosiddetto Aeradria non può far dimenticare la loro sofferenza personale che si è snodata per gli ultimi 9 lunghissimi anni e che anche io ho in parte vissuto lavorando con loro. Momenti duri, in cui faceva male rendersi conto del loro dolore, della loro frustrazione nel vedersi additati di reati che sapevano bene di non aver mai commesso. Dire adesso che non vi erano dubbi su questo esito è facile. Chi ha seguito il processo però si è reso conto dell’assoluta insussistenza delle accuse mosse e la sentenza del Tribunale ha confermato il loro corretto comportamento. Lo stesso per Lorenzo Cagnoni e Manlio Maggioli”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui