Covid, tre morti nella casa di riposo di Bagnacavallo

Tre morti a Bagnacavallo, nel Ravennate, dove il virus è entrato con un esteso focolaio, quasi cinquanta i contagiati tra personale e ospiti, alla Cra Bedeschi. Tre le anziane vittime: si tratta di una donna di 91 anni e due uomini di 91 e 93 anni con patologie pregresse. Un altro ospite della casa di riposo era morto alcuni giorni fa. Sono le uniche tre vittime registrate in tutta l’Emilia-Romagna. Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in regione si sono registrati 429.737 casi di positività, 316 in più rispetto a ieri, su un totale di 20.209 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’1,5%.

L’età media dei nuovi positivi è 41,8 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 90 casi; seguita da Ravenna con 37 nuovi casi, poi Reggio Emilia (35), Rimini (32), Modena (28), Forlì (23), Parma (19), Cesena (17), quindi il Circondario Imolese (14, ) Piacenza (12) e infine Ferrara (9). La provincia di Ravenna resta quindi ancora tra quelle con più casi. Da un paio di settimane la situazione nella città romagnola vede i contagi crescere di più rispetto al resto della Romagna. In regione, sui 89 asintomatici, 62 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 2 con lo screening sierologico, 10 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 2 tramite i test pre-ricovero. Per 13 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Crescono lievemente i pazienti ricoverati in terapia intensiva 33 (+3); e negli altri reparti Covid (+4), dove diventano 282. Per quanto riguarda la situazione romagnola delle terapie intensive, l’unica variazione riguarda Imola, dove ci sono quattro ricoverati in questi reparti, uno in più rispetto a sabato. Per il resto invariato il dato a Ravenna (tre), Forlì (tre) e Rimini (uno).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui