Covid, Savignano ricorda le sue 41 vittime

Il Comune di Savignano sul Rubicone insieme ad alcune famiglie, ha ricordato oggi la Giornata nazionale delle vittime del Covid-19. Una cerimonia semplice che si è svolta nell’ex Orto Spalletti, lato monte, dove in occasione della prima edizione della giornata commemorativa, erano state messe a dimora alcune alberature per ricordare simbolicamente le persone di Savignano decedute a causa della pandemia, oggi in totale 41.

Un anno dopo quelle alberature sono cresciute e portano, in accordo con i congiunti delle persone decedute nella prima fase della pandemia, una targhetta personalizzata con il nome del defunto e alcune parole per ricordarlo.

Il progetto è stato attivato su invito dell’associazione Ecolab che sentiva forte questa esigenza.Invito prontamente accolto dall’Amministrazione Comunale. “Questo progetto ha significato simbolico molto forte – spiega l’Assessore al Verde Sefora Fabbri –. Con queste piantumazioni abbiamo voluto ricordare tutti i savignanesi che ci hanno lasciato. Nonostante il peso della pandemia, le nuove piante ci donano un messaggio di vita”.

“Stiamo uscendo progressivamente da un momento molto difficile – ha detto il sindaco Filippo Giovannini -. Adesso insieme ricordiamo i nostri morti, come insieme abbiamo affrontato la pandemia in tutte le sue sfaccettature. La comunità è stata e resta la nostra forza”.

In occasione della commemorazione, oggi sulla facciata del Municipio le bandiere sono esposte a mezz’asta.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui