Covid, niente zone gialle fino a maggio

L’Italia resta chiusa fino a maggio. Il governo conferma la linea del massimo rigore anche dopo Pasqua. Fino al 30 aprile, dunque, niente spostamenti tra le regioni, saracinesche ancora abbassate per bar e ristoranti, riapertura di palestre, piscine, cinema e teatri a data da destinarsi, zona gialla cancellata fino alla fine del mese. E’ l’orientamento che emerge al termine della cabina di regia Covid sul nuovo decreto. Restano “blindati” i ponti del 25 aprile e del Primo maggio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui