Covid, mille morti a Rimini dall’inizio della pandemia

La provincia di Rimini ha toccato ieri quota mille morti da Covid-19. L’ennesima vittima del virus che da mesi terrorizza l’intero pianeta è un uomo di 83 anni residente a Rimini.
Una strage iniziata 20 mesi, esattamente il 7 marzo del 2020: allora il primo a lasciarci la vita, fu un uomo di 89 anni con un quadro sanitario piuttosto complicato. Nel mezzo c’è una lunghissima scia di morti che non accenna a vedere la parola fine.

Gli ultimi numeri


Nella giornata di ieri l’Ausl della Romagna ha comunicato la presenza di 68 nuovi positivi, 35 pazienti di sesso maschile e 33 i sesso femminile; 60 con sintomi e solo 8 asintomatici a testimonianza di un virus che, con il passare dei mesi, si è fatto più violento.
Cinquanta dei contagiati sono stati trovati grazie al tracciamento, altri 12 a causa dei sintomi; uno grazie al test di categoria; 3 dopo il test effettuato di rientro dall’estero, mentre per altri due casi la pratica non è ancora conclusa. Si possono stimare in 9 le guarigioni.
Il numero totale dei positivi dall’inizio della pandemia ha toccato quota 42.564, mentre in terapia intensiva resta una sola persona. L’età media dei nuovi positivi su scala regionale è di 40,7 anni. Mentre la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi effettuati è dello 3,2%. La Regione segnala anche che «il 95,8 dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi».

I vaccini


Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età. Sinora in Emilia – Romagna sono state somministrate oltre 7 milioni e 84mila dosi, le terze dosi sono più di 274mila. I vaccinati con almeno una dose sono 3,6 milioni pari a una copertura dell’89,6% mentre in 3.527.017 hanno ricevuto la seconda dose con una percentuale dell’87,8%. Dei 370.048 over80 solo in tremila non hanno ricevuto il vaccino, mentre la fascia più scoperta è quella che va dai 40 ai 49 anni dove mancano all’appello oltre 107mila persone. La fascia di età fra i 50 e i 59 anni è invece numericamente quella più “coperta” (630.286 cittadini) ma è anche quella più numerosa (714.534).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui