Covid, l’epidemiologo Lopalco: “Se si hanno sintomi respiratori, meglio uscire con la mascherina”

 “Credo che dovremmo affidarci al buonsenso dei cittadini. Innanzitutto penso che debba essere ben chiaro un principio: se io ho dei sintomi respiratori o resto a casa oppure, se proprio non posso farlo, vado fuori con la mascherina. Quindi spero che da oggi in avanti, ma prescindere dalla pandemia, resti il buonsenso e la buona educazione a tenere la mascherina, come succede ed è già successo nei Paesi dell’estremo Oriente”. Ha risposto così l‘epidemiologo Pier Luigi Lopalco, interpellato in merito ad un eventuale stop dell’utilizzo della mascherina al chiuso a fine marzo.

“E questo – ha proseguito – sia durante i periodi di forte circolazione virale, e non parlo solo di coronavirus ma in generale dei virus respiratori, durante la stagione autunnale e invernale, sia in qualunque momento dell’anno, se ho dei sintomi e devo andare a lavorare metto la mascherina e non diffondo il virus respiratorio”. Secondo Lopalco, insomma, l’utilizzo della mascherina al chiuso è una “questione di buonsenso – ha ribadito – poi quando per legge eliminare la mascherina al chiuso, credo che questo debba derivare dai dati di sorveglianza: se effettivamente la circolazione virale si attenua e i dati ci dimostrano che di coronavirus in giro ce ne sono pochi, a quel punto possiamo anche evitare l’obbligo per legge di mascherine al chiuso”. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui