Covid, in Italia cresce di 20 punti l’incidenza dei contagi, ma l’Emilia-Romagna non rischia la zona gialla

L’Emilia-Romagna mantiene numeri sotto controllo e al momento non ci sono rischi di zona gialla. I dati italiani dell’epidemia degli ultimi giorni però non fanno ben sperare. Nel nostro Paese cresce di ben 20 punti l’incidenza dei contagi su 100mila abitanti: oggi si attesta a 98 casi su 100mila contro i 78 della scorsa settimana. Stabile invece l’indice Rt in Italia, che si attesta a 1,21, stesso dato della settimana scorsa, sempre comunque al di sopra della soglia epidemica.   E’ quanto comunica l’Iss alla luce dei dati della cabina di regia in corso questa mattina.

Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, ieri ha anticipato che «nessuna regione passerà da lunedì in zona gialla ma alcune, come il Friuli-Venezia Giulia e le Marche, vanno un po’ attenzionate». Come le province di Bolzano, Trento, e poi la Liguria e il Veneto. 

“L’incidenza settimanale a livello nazionale – si legge nel report – continua ad aumentare: 98 per 100mila abitanti (12/11/2021-18/11/2021) vs 78 per 100mila abitanti (05/10/2021-11/11/2021), dati flusso Ministero Salute.   Nel periodo 27 ottobre – 9 novembre 2021, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,21 (range 1,14 – 1,26), stabile rispetto alla settimana precedente e al di sopra della soglia epidemica. E’ invece in leggera diminuzione, ma ancora sopra la soglia epidemica, l’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero (Rt a 1,09 (1,04-1,14) al 9 novembre. Era 1,14 (1,1-1,19) al 2 novembre”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui