Covid Imola, i contagi scendono, ma ci sono altri due morti

La pandemia rallenta sempre di più. C’è cautela nei toni del direttore generale dell’Ausl di Imola Andrea Rossi nel presentare il bollettino settimanale ma i contagi hanno ancora il segno meno davanti. «La riduzione dei casi settimanali del 18% oltre che alla normale evoluzione è dovuta agli alti livelli delle vaccinazioni e di immunità naturale», afferma l’azienda.

L’epidemia continua a calare anche se in modo più lieve, ma si registrano purtroppo ancora due decessi (-1). La media dei casi al giorno è ferma a 56 (-13), con un indice Rdt di 0,85, in lieve rialzo, per un totale di 525 casi attivi (-123). I contagi hanno visto un dato quasi invariato della percentuale di positivi sui test effettuati positivi, cioè l’11,8% (-0,8%). Anche il carico sanitario registra dati molto simili a quelli di sette giorni fa, con lievi piccole oscillazioni. I ricoveri ordinari sono 15 (+2), quelli in terapia intensiva tre (-2), e 12 (+8) quelli nell’ospedale di comunità. Invariati i ricoveri dal Pronto soccorso, fermi a 11. Sono passati invece da nove a 19 i contagi nelle case residenza per anziani di Medicina, la Coccinella e l’istituto casa-famiglia in via Petrarca, di cui un solo caso sintomatico è ricoverato, con cinque operatori in isolamento. Aumentati anche i contagi tra gli operatori sanitari, saliti a 13 (+7).

Sebbene bassa, «la quota di popolazione non ancora vaccinata, il 17,5% con la doppia dose, il 38,7% con la terza, è numericamente un bacino di replicazione molto importante», avverte Rossi. La campagna vaccinale ha infatti raggiunto l’83,5% della popolazione con doppia dose e il 61,3% con anche la terza, portando a una copertura tendenziale al 90% nel primo caso e al 70% nel secondo. Nell’ultima settimana sono state fatte 1.817 vaccinazioni, di cui 204 prime dosi, 498 seconde e 1.114 terze. Circa 30 con vaccino Novavax, disponibile su prenotazione. Cominciano a calare le prenotazioni, 618 in meno per le terze dosi, 270 per le seconde e 29 per le prime, e continuano a mancare all’appello 2.760 residenti over 50. Dai 5 agli 11 anni invece sono state eseguite 2.589 prime dosi eseguite, raggiungendo la copertura del 31,0%, e 1.992 cicli completi, per una copertura al 23,8%.

I dati di ieri

Sono 38 i casi registrati ieri su 139 test molecolari e 326 test antigenici rapidi refertati. Ci sono stati due decessi: un uomo di Imola di 71 anni e una donna di Medicina di 76 anni. Sono 39 i guariti, 522 i casi attivi, mentre sono 37.232 i casi totali da inizio pandemia. Scendono a quattro i cittadini del Circondario in terapia intensiva. Sono state vaccinate 209 persone: 95 terze dosi, 98 seconde dosi e 16 prime dosi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui