Covid, giugno sarà il mese della libertà: ecco le nuove regole

Giugno si candida a “mese della libertà 2021”. Ecco le tappe verso il sospirato ritorno alla normalità.

1 giugno

I ristoranti riprendono a servire ai tavoli anche al chiuso e fino alle 23, nei bar è possibile consumare anche al bancone. Torna il pubblico a eventi e competizioni sportive, anche non di interesse nazionale, ma con il limite del 25% della capienza e con non più di mille spettatori all’aperto e 500 al chiuso. Il 1° giugno riaprono le piscine indoor.

7 giugno

Il coprifuoco dalle 23 passa alla mezzanotte, per terminare sempre alle 5 del mattino.

15 giugno

Possono riaprire i parchi divertimento e a tema, chiusi da molto tempo e a rischio collasso. Ma il 15 giugno è la data attesa da promessi sposi, famiglie in attesa di comunioni, cresime, battesimi, lauree e quant’altro meriti di essere festeggiato con feste e banchetti. Consentiti a chi è munito di green pass o di un attestato di avvenuta guarigione del Covid nei sei mesi precedenti, o di esito negativo del tampone anche rapido di certificato di vaccinazione.

21 giugno

Comincia l’estate e il coprifuoco dovrebbe diventare solo un ricordo: la sera e la notte si tornerà a circolare liberamente.

1 luglio

Riaprono i centri termali, le sale bingo e da gioco. Si possono tornare a frequentare i centri culturali, sociali e ricreativi. Riprendono i corsi di formazione sia pubblici che privati.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui