Covid, esposto in Procura per le morti alla clinica San Lorenzino di Cesena

Nessuna tregua per le strutture socio-sanitarie romagnole. Dopo il caso della Cra Bedeschi di Bagnacavallo, dove negli ultimi giorni sono state registrate tre vittime, un nuovo focolaio Covid è divampato nella Casa di Cura San Lorenzino di Cesena, causando purtroppo la morte di due persone. “Suscita stupore e preoccupazione – dichiara l’avvocato Fausto Pucillo, Coordinatore di Codici Emilia-Romagna – constatare che i luoghi maggiormente presidiati rispetto al virus, quelli deputati ad accogliere i nostri anziani, così colpiti nella salute e nella socialità dalla pandemia, si siano dimostrati nuovamente permeabili nonostante i protocolli, i vaccini e la migliorata situazione generale. Con tutta la comprensione e la fiducia verso chi ci lavora, riteniamo doveroso approfondire scrupolosamente i fatti, senza nulla trascurare”.

Da qui l’esposto alla Procura presentato dall’associazione Codici, intenzionata con questa iniziativa a fare luce sul focolaio, a chiarire come il virus sia entrato e si sia diffuso nella struttura, ad appurare se i protocolli anticontagio sono stati rispettati. Un’azione volta a tutelare anche i parenti degli anziani ospiti della struttura, che hanno il diritto di sapere se è stato fatto tutto il necessario per proteggere i propri cari dalla minaccia del Covid.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui