Covid Emilia-Romagna. Donini: reparti sotto pressione. Rischio arancione

BOLOGNA. La curva dei contagi in Emilia-Romagna dovrebbe essersi stabilizzata. A dirlo è l’assessore regionale allla Sanità, Raffaele Donini, che questa mattina ha fatto il punto della situazione in commissione in Regione. Ad oggi in Emilia-Romagna l’indice Rt è 0,98 mentre l’incidenza dei casi è 2.659 contagi su 100.000 abitanti. Dati, secondo Donini, che fanno “propendere per una valutazione di stabilizzazione della curva e di flessione dell’incidenza”. Nei reparti ospedalieri a ieri erano 2.773 i ricoverati, di cui 148 in terapia intensiva. Il tasso di saturazione dei posti letto è del 29,16% nei reparti Covid e del 16,65% in intensiva. Per passare in arancione, con le attuali regole se non verranno modificate, basta superare la soglia del 30 nei reparti e del 20 nelle terapie intensive. Il rischio esiste.

Rispetto a una popolazione malata pari a 376.703 persone, sottolinea Donini, “l’indice di ricovero è dello 0,73%: non è mai stato così basso. Ma essendo il denominatore alla base così ampio, i reparti sono comunque sotto pressione”. Nelle terapie intensive, inoltre la prevalenza dei non vaccinati resta “vicina ai due terzi”, spiega l’assessore. Inoltre “stimiamo una quota di ricoveri, intorno al 25-30%, di persone che sono in ospedale non per complicanze da Covid, ma per altre ragioni, e che si scoprono positive asintomatiche. Considerarli come ricoverati per Covid è improprio, è una delle richieste che le Regioni fanno al Governo”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui