RICCIONE. Si sono aggravate le condizioni di don Giorgio Dell’Ospedale. Il parroco dei Santi Angeli Custodi di Riccione, ricoverato da venerdì sera nel reparto Infettivi dell’Infermi di Rimini per il covid, oggi è stato trasferito nel reparto di Terapia intensiva dove è stato intubato. A don Giorgio, che ha scoperto di essere positivo al coronavirus venerdì, il giorno dopo essere rientrato dal Cilento con una cinquantina di parrocchiani, è stata diagnosticata una polmonite. I polmoni, a causa del covid, sono stati parzialmente compromessi e ora ha bisogno della ventilazione meccanica. Fino a ieri le sue condizioni erano rimaste stabili anche si sentiva piuttosto affaticato, tanto da riferire che avrebbe avuto bisogno di “un periodo di riposo” dopo essersi ripreso. Oggi il peggioramento e il trasferimento. “Il nostro carissimo don Giorgio Dell’Ospedale – ha spiegato il vicario generale don Maurizio Fabbri all’emittente della Diocesi – già ricoverato all’ospedale di Rimini in reparto infettivi in quanto risultato positivo al covid, ha subito oggi un improvviso peggioramento delle condizioni respiratorie ed è stato ricoverato in terapia intensiva. Portiamolo nella nostra preghiera, perché il Signore gli dia forza e serenità e possa ritornare presto alla sua comunità“

Argomenti:

covid

riccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *