Covid, dal Comune di Forlì buoni viaggio per il servizio taxi

 Sono stati stanziati dal Comune di Forlì più di 196mila euro per un servizio prezioso dedicato a persone che hanno necessità di recarsi presso punti di vaccinazione; persone che hanno necessità di recarsi presso le strutture sanitarie pubbliche o private e anche fuori Comune; persone in stato di bisogno e con necessità di mobilità derivanti da gestioni familiari e/o scolastiche; disabili con invalidità riconosciuta; persone con difficoltà di mobilità; persone over 65 anni; donne in stato di gravidanza; persone affette da patologie dimostrabili e persone che si trovino in una situazione di fragilità economica derivante dall’emergenza sanitaria coronavirus o in stato di indigenza.  Sono tantissime le categorie potenzialmente assegnatarie di “buoni viaggio” per l’utilizzo del servizio taxi o di noleggio di auto con conducente (NCC). Le domande per l’erogazione dell’agevolazione potranno essere presentate fino al 15 giugno 2021 e comunque sino all’esaurimento delle risorse disponibili.

“Con questo intervento vogliamo rilanciare e sostenere il servizio taxi ed il servizio di noleggio auto con conducente particolarmente colpiti dalla crisi determinata dall’emergenza sanitaria, ma anche la mobilità cittadina mediante l’utilizzazione di mezzi di trasporto diversi da quelli privati consentendo, in considerazione delle misure di contenimento anti COVID-19, una più efficace distribuzione degli utenti tra tutti i mezzi adibiti a servizi di trasporto pubblico locale”.

“La predetta misura è dedicata in favore delle persone, residenti nel nostro Comune, fisicamente impedite o comunque a mobilità ridotta, con patologie accertate, anche se accompagnati, o appartenenti a nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da Covid 19 o in stato di bisogno. Ma non solo”.

L’assessora al welfare, Rosaria Tassinari e l’assessora alle politiche educative, Paola Casara, spiegano nel dettaglio la ratio del provvedimento che ha voluto estendere la possibilità di usufruire di questi buoni a “studenti e famiglie con esigenze scolastiche. Abbiamo ritenuto opportuno includere tra i destinatari del bando anche i nostri ragazzi e le famiglie con studenti perché in questo periodo versano in condizioni di particolare sofferenza e disagio sociale.”

A livello operativo, è possibile utilizzare i “buoni viaggio” nella misura pari al 50% dell’ammontare del costo della singola corsa, per una somma non superiore a 20 euro per ciascun viaggio. Ad ogni persona avente i requisiti richiesti dal bando, infine, sono assegnati “buoni viaggio” per un valore complessivo che non potrà superare 300 euro a beneficiario.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui