Covid, anche il parroco di Pisignano al raduno no-vax e no-mask

Sabato prossimo torna a Cesena il “Nopauraday” e gli organizzatori annunciano tra i presenti anche il parroco di Pisignano don Lorenzo Lasagni.
Quest’ultimo, definito «teologo» sulla locandina diffusa online per promuovere l’evento, in passato era già finito più volte alla ribalta delle cronache per questioni estranee al tema del Covid: le parole che aveva pronunciato contro i gay e la sua partecipazione alla manifestazione neofascista degli Arditi d’Italia avevano fatto particolare scalpore.
Per la prima volta la manifestazione cesenate si terrà però fuori dal centro, anche se non lontano: il Parco Ippodromo. Una zona facilmente accessibile e soprattutto, vista la grande estensione, più adatta a osservare l’obbligo di distanziamento anti-Covid. Gli organizzatori sostengono che il nuovo punto di raduno di no-vax, no-mask e contestatori assortiti delle misure restrittive per arginare i contagi è stato scelto da loro alla luce del numero crescente di partecipanti. E anche per «costruire un laboratorio permanente per iniziative concrete di resistenza». In realtà, risulta che sia stata la Questura di Forlì a negare l’utilizzo di piazza del Popolo di Cesena, perché con l’allentamento delle limitazioni diventerebbe problematica la gestione dei manifestanti in un contesto che diventerebbe troppo affollato.
L’appuntamento, in programma alle ore 15.30, vedrà come relatori anche la scrittrice Sonia Savioli e il ricercatore scientifico Stefano Coglio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui