Covid: altro morto in Rianimazione e nel focolaio della Fantini

Sale di 4 il numero dei morti tra gli infettati da coronavirus nel cesenate. C’è ancora un decesso in Rianimazione al Bufalini: come l’ultimo avvenuto pochi giorni fa si tratta di una persona relativamente giovane rispetto alla media costante nel tempo della pandemia. É un 57enne cesenate che, gravato anche da patologie pregresse, era finito in Rianimazione dopo l’infezione da coronavirus. Le sue condizioni non sono mai migliorate nel tempo fino all’esito fatale.

Fa parte del nuovo focolaio alla Maria Fantini un’altra vittima di queste ore: una 91enne cesenate che era tra i ricoverati nella casa di riposo Maria Fantini e si era contagiata durante l’esplosione dicembrina del nuovo focolaio. Un focolaio, quello della Cra di via Serra, che negli ultimi giorni appare in regresso visto che gli ultimi tamponi di controllo avevano evidenziato appena 4 casi ancora attivi.

Le altre due vittime sono entrate oggi nei conteggi ufficiali ma soltanto per una questione di notifica burocratica. Ufficializzati nei dati di Ausl e regione si tratta però di decessi avvenuti nel mese di dicembre: un cesenaticense di 87 anni ed un cesenate di 76 anni.

Daieri il cesenate ha superato quota 9.000 casi di coronavirus da inizio pandemia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui