Covid a Bologna, i comportamenti lasciano spazio a rischio maggiore

BOLOGNA. “Non c’è dubbio che stiamo raccogliendo una riduzione nella percezione del rischio, in parte dovuto al fatto che abbiamo visto ridursi l’impatto sulla gravità clinica dell’infezione da Covid”. Così il direttore sanitario dell’Ausl di Bologna Lorenzo Roti, che ha fatto il punto oggi sulla risalita dei contagi sotto le Due Torri. Sul ruolo che possano avere le manifestazioni ‘No Green Pass’ che si succedono ogni sabato in centro il direttore non si dilunga. In generale “i comportamenti stanno lasciando spazio ad un rischio di contatto e di contagio maggiore rispetto a qualche mese fa. Dobbiamo semplicemente continuare a ribadire: distanza, mascherina, aerazione delle stanze”. L’attenzione però, sottolinea, va mantenuta anche all’aperto quando si è vicini agli altri. A Bologna “siamo ormai sui 120-130 contagi registrati quotidianamente dal nostro sistema di tamponi. Non abbiamo una pressione ospedaliera così drammatica”, sottolinea il direttore. “Buona parte dei casi che abbiamo in ospedale in questo momento sono dovuti a pazienti che si riscontrano positivi ma si trovano in ospedale o in case di cura per altri motivi. La situazione clinica è molto migliore rispetto ad un anno fa, l’effetto vaccino fa la differenza”. Domani comunque apriranno altri 12 posti letto di degenza ordinaria al Maggiore ed è vicino un accordo con l’ospedale privato Villa Laura.

Sull’ipotesi di un Covid hospital bolognese, invece, “stiamo ragionando, siamo all’inizio di un ragionamento”, frena Roti. “Vediamo che utilità può avere”. Un unico ospedale per il Covid avrebbe il vantaggio di “non tenere impegnati gli ospedali dove facciamo anche attività programmata e che talora risente della presenza di pazienti Covid”. Ma gli aspetti da chiarire “sono che effettiva utilità possa avere un ospedale Covid che non abbia riscontri di terapia intensiva al suo interno”. Inoltre “c’è anche un tema di personale e qualificazione del personale”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui