Covid: 5 nuove vittime tra Cesena e San Mauro Pascoli

Cinque morti e 132 nuovi contagiati. Nelle ore in cui la Romagna ha raggiunto la massima cifra di ricoverati per colpa del coronavirus, pure il cesenate paga un pesante dazio. Anche sotto forma del virus che è tornato ad affacciarsi in un ricovero per anziani non autosufficienti.

Il numero di pazienti Covid negli ospedali non si sta abbassando. Anzi. Un paio di giorni fa è stato raggiunto il record di sempre dei ricoveri: tra i vari territori dell’Ausl erano ospedalizzati a causa del Covid-19 ben 620 persone.

Cinque i decessi che afferiscono all’area cesenate tra le persone infettate dal virus. A partire da una donna di 96 anni di San Mauro Pascoli che era ricoverata (ed è morta) all’Infermi di Rimini. Tre delle altre vittime erano ricoverate al Bufalini di Cesena ed una alla Casa di Cura Malatesta Novello. Si tratta di due donne di 90 e 93 anni e due uomini di 92 e 79 anni. Tutti residenti a Cesena.

In queste ore ha cambiato forma anche il focolaio della casa di riposo Maria Fantini di via Serra, pesantemente raggiunta dai contagi la scorsa settimana.

I sette ospiti che dalla ripartenza del contagi sono ancora negativi al tampone, sono stati trasferiti al “Nucleo Osservazione” allestito all’interno del Nuovo Roverella di via Ancona. Si tratta di un’ala della struttura indipendente dal resto, con ingressi e spogliatoi autonomi per il personale che vi lavora. Qui a scopo precauzionale i 7 che non hanno avuto coinvolgimento nella nuova infezione partita alla Maria Fantini, resteranno isolati, nella speranza che tra 14 giorni di loro si possa definitivamente dire che sono riusciti a “schivare” il virus senza contrarlo.

Nel Nucleo Turchese del Nuovo Roverella, dove una decina di giorni fa c’era stato un decesso di un paziente infettatosi, è stato trovato positivo al tampone di controllo un operatore sanitario.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui