Cotignola, in mostra il censimento fotografico di Casadio

Quest’oggi alle 18.30 a Cotignola inaugura “Un quasi censimento. Dodici anni dopo”, mostra fotografica negli spazi espositivi di Palazzo Sforza. La mostra, curata da Arianna Zama, restituisce al pubblico un primo nucleo di opere risultato dei mesi di permanenza in città del fotografo ravennate Daniele Casadio, che per l’occasione sarà in dialogo con i colleghi Stefano Tedioli e Lorenzo Pasini.

Tre artisti che lavorano sul territorio, con sguardi differenti e ricerche complementari. Una mostra-archivio di facce e volti cotignolesi, una finestra privata, un racconto per immagini dei mesi in cui hanno convissuto nelle sale del Museo Varoli.

La mostra accompagnerà la fine della residenza, iniziata la prima settimana di agosto, lasciando però in attività la sala di posa di Casadio, che sarà operativa fino a domenica 23 ottobre, data della conclusione del progetto e del finissage.

L’esposizione sarà visitabile in occasione della Sagra del vino (6-9 ottobre) giovedì fino alle 22, venerdì dalle 16.30 alle 18.30 e dalle 20 alle 22, sabato dalle 10 alle 12, dalle 15.30 alle 18.30 e dalle 20 alle 22, domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.30.

La mostra e la residenza sono state rese possibili grazie al contributo del Comune di Cotignola e dell’associazione Primola Cotignola.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui