Cotignola, a piedi per 1.200 chilometri per aiutare i disabili

Partirà venerdì da Lourdes, in Francia, per percorrere rigorosamente a piedi i 1.200 chilometri del cammino più famoso d’Europa, alla volta di Santiago de Compostela.

A muovere i passi di Stefano Cassani, 20enne di Cotignola, che si sta apprestando a compiere l’avventura, non è soltanto la fede, ma un obiettivo condiviso con l’associazione di volontariato “Insieme a te”, da anni impegnata nella cura di un progetto per consentire alle persone con disabilità di poter passare un periodo di vacanza in spiaggia sulla riviera romagnola.

Richieste da tutta Italia

Presidente dell’associazione è la faentina Debora Donati, che mantiene così viva la memoria del marito Dario Alvisi, affetto da Sla e scomparso nella primavera 2018. Nello stesso anno, a Punta Marina Terme, era stata avviata l’esperienza di “Tutti al mare, nessuno escluso”, una spiaggia attrezzata appositamente per l’accoglienza di persone diversamente abili: un luogo che nei mesi estivi del 2021 ha ospitato più di 150 persone, per tempi di permanenza di due settimane, e che risulta un caso unico nel Nord Italia, con richieste di partecipazione da tutte le regioni dello Stivale.

Ora “Insieme a te” sta crescendo e mira a ricavare tre appartamenti dalla vecchia scuola materna “Il faro” di Punta Marina per aumentare la propria capacità ricettiva: i lavori sono in corso, ma servono risorse economiche per l’arredamento.

Pellegrinaggio

È con questa finalità che è nato “Il pellegrinaggio della gioia” di cui Cassani sarà protagonista: «L’anno scorso ho fatto il volontario alla spiaggia di “Insieme a te” – spiega – e in autunno mi è venuta l’idea di coniugare questo progetto con un’altra mia passione, il Cammino di Santiago, di cui avevo già percorso una frazione di 300 chilometri. Ne ho parlato con Debora e insieme abbiamo deciso di inglobare il pellegrinaggio in una campagna di raccolta fondi più ampia».

Cassani terrà un diario delle proprie giornate diventando così sponsor ufficiale della campagna, che verrà lanciata sulla piattaforma online Ideaginger contemporaneamente alla sua partenza in questi giorni di inizio febbraio.

Cercansi benefattori

«Si chiamerà “Insieme a te, l’Abc della vacanza accessibile” – spiega Debora Donati – e l’obiettivo sarà raccogliere 13mila euro per acquistare l’arredamento del primo dei tre appartamenti. Ci sarà tutto, dalla cucina, al bagno, passando per i letti reclinabili e con sollevatori, e un ampio spazio verde sul davanti. Puntiamo a ricreare lo stesso comfort che i nostri ospiti hanno tra le mura domestiche». Cassani racconterà il progetto alle persone che incontrerà sulla propria strada, alla caccia di benefattori disponibili a sostenerlo.

L’itinerario

«L’itinerario partirà da Lourdes – aggiunge il 20enne cotignolese – dopodiché percorrerò 300 chilometri in Francia, passando dal Piemonte Pirenaico fino a Saint Jean Pied-de-Port, classico inizio del Cammino al confine con la penisola iberica. Una volta in Spagna, a Roncisvalle, inizia la parte spagnola del tragitto, attraverso le regioni di Navarra, Rioja, Castilla y León e Galizia. Ho calcolato un tempo di circa due mesi».

Ultima tappa sarà Finisterre, sull’Oceano Atlantico, dove un tempo i pellegrini giunti a destinazione raccoglievano la celebre conchiglia da portare con se durante il viaggio di ritorno.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui