Cosa fare prima di trasferirsi all’estero?

Perché sempre più Italiani si trasferiscono

Dietro alla scelta di trasferirsi all’estero possono esserci diverse motivazioni. Queste possono essere legate al desiderio di conoscere bene una o più lingue, una nuova cultura o di cominciare una nuova vita. Molto spesso, quella di trasferirsi all’estero viene vista come una vera e propria necessità legata alle proprie prospettive lavorative o alla possibilità di fare carriera nel mondo del lavoro.

Quali che siano le motivazioni che ci spingono a volerci trasferire, dobbiamo tenere presente che non si tratta mai di una scelta che va fatta a cuor leggero, ma che deve essere ben ponderata e, soprattutto anticipata da alcune considerazione e procedure da effettuare. Vediamo alcune di queste.

Come prepararsi al trasferimento

  • Scelta del paese. Questa viene fatta in base al motivo per cui ci vogliamo trasferire. Non affrettiamoci. Prendiamo tutte le informazioni possibili sulle diverse possibilità, soppesando i pro ed i contro per ciascun paese, mettendoli per iscritto. Questo ci permetterà di fare una scelta consapevole, e non dettata dall’impulso.
  • Informiamoci delle documentazioni necessarie per poter rimanere legalmente nel paese da noi scelto. Solitamente, nei paesi che fanno parte della Comunità Europea le cose non sono molto complicate. Per facilitare questo processo di acquisizione di informazioni, potrebbe esserci utile mettere in pratica il suggerimento seguente.
  • Rechiamoci nel paese scelto per un periodo breve. Questo ci permetterà di iniziare non solo di prendere confidenza con l’ambiente, ma anche di svolgere alcune questioni di natura pratica. Potremmo ad esempio recarci presso la stazione di polizia per chiedere qual è la procedura per ottenere la documentazione necessaria per la nostra permanenza.
  • La scelta dell’abitazione. Questa deve essere quanto meno dignitosa ed accogliente. I primi tempi dopo il trasferimento all’estero possono essere particolarmente duri. Vivere in un ambiente deprimente non aiuterà di certo.
  • Assicuriamoci di avere i documenti del paese di origine ancora validi. Se sono vicini alla data di scadenza, ci conviene rinnovarli prima di trasferirci, per non dover essere costretti a ritornare dopo poco tempo per effettuare questa operazione.
  • Aggiorniamo il nostro curriculum e facciamolo tradurre nella lingua del paese dove vivremo. In tal modo aumentiamo di molto le possibilità di trovare un impiego adatto al nostro profilo professionale.
  • Iniziamo quanto prima ad imparare la lingua locale. Molti sottovalutano questo aspetto, pensando che la lingua si possa imparare in maniera automatica una volta sul posto. Avere però una discreta padronanza della lingua sin dall’inizio ci darà una marcia in più sia nello stabilire dei rapporti sociali, sia dal punto di vista lavorativo.
  • Prendiamo informazioni sui corrieri disponibili per la spedizione pacchi. Probabilmente avremo bisogno di farci spedire documenti oppure oggetti per noi importanti, o semplicemente a volte sentiremo il bisogno di ricevere un pacco contenente cose o alimenti che non troviamo nella località dove ci siamo trasferiti.

Pianificando il tutto renderemo il nostro trasferimento meno stressante e l’adattamento molto più veloce ed indolore.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui