Cosa fare a Rimini in autunno? Tutti gli appuntamenti

Oggi inizia l’autunno, ecco qualche proposta per vivere la stagione dei colori e dei sapori a Rimini.

  • Gli appuntamenti d’autunno

Tante le opportunità per scoprire la città fra concerti – a partire dalla Sagra Musicale Malatestiana che prosegue fino al 18 dicembre il suo programma di prestigiose formazioni, grandi direttori e solisti eccellenti – spettacoli teatrali, con la ripresa della stagione di prosa al Teatro Galli che, a partire dal 9 ottobre, torna a riaccendere le luci del palcoscenico grazie a un programma di titoli classici e contemporanei, con protagonisti i migliori interpreti della scena italiana. E ancora mostre ed esposizioni, fiere e convegni, sport e benessere, a partire dall’evento che, dal 24 al 26 settembre, racchiude sotto lo stesso tetto l’universo del wellness fra fitness, benessere, business, sport, cultura fisica e sana alimentazione. Anche il torneo di Beach Ultimate più conosciuto d’Italia, il Paganello, ha programmato la sua trentesima edizione per la prima volta in autunno, al termine della stagione balneare, per portare sulla spiaggia nella zona di piazzale Marvelli tutte le partite di frisbee che avranno inizio sabato 2 ottobre per terminare domenica 3 ottobre. Dall’1 al 3 ottobre protagonista la Settima Arte, l’evento dedicato a cinema e industria che regala a Rimini tre giorni di appuntamenti, a ingresso gratuito, con proiezioni, masterclass, performance, incontri per terminare con la cerimonia conclusiva di consegna del premio “Cinema e Industria” della giuria presieduta dal regista Pupi Avati. Ogni anno il mese di ottobre ospita la più importante fiera d’Italia dedicata al turismo, il TTG, che dal 13 al 15 ottobre, mette a disposizione degli operatori ben 200 eventi divisi in nove arene. Dal 22 al 24 ottobre si scaldano i motori per il secondo appuntamento del Motomondiale con il Gran Premio NOLAN del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna che accende nuovamente i riflettori su quella terra dei motori che ruota intorno al Misano World Circuit, da sempre patria di grandissimi talenti del motociclismo italiano ed internazionale.

  • La stagione migliore per scoprire la Rimini città d’arte

L’autunno è il periodo ideale per scoprire la Rimini dell’arte e della cultura, fra itinerari alla scoperta dei segni della romanità, come il Ponte di Tiberio, definito uno dei ponti più belli al mondo, che quest’anno compie 2000 anni, l’Arco d’Augusto, o come il Tempio Malatestiano, capolavoro del Rinascimento italiano. Una Rimini sempre più da scoprire, grazie anche al suo polo museale culturale cittadino che si è arricchito del nuovo Fellini Museum (info: www.fellinimuseum.it), un museo diffuso nel cuore della città, dove l’arte di Fellini è raccontata con installazioni interattive in un percorso visivo e sensoriale unico nel suo genere. Da non perdere una visita al Museo della Città e alla Domus del Chirurgo, il complesso archeologico che ha conquistato fama internazionale per l’eccezionale corredo chirurgico-farmaceutico, il più ricco mai giunto dall’antichità, in mostra nell’adiacente Museo della Città insieme ad opere della scuola riminese del Trecento e tanti altri tesori d’arte (per informazioni su percorsi guidati 0541.704428 – www.museicomunalirimini.it ). E ancora il Museo PART, che ospita un’eccezionale collezione di opere d’arte contemporanea della Fondazione San Patrignano, in due palazzi medievali, il Palazzo dell’Arengo e il Palazzo del Podestà (www.palazziarterimini.it). In mostra opere di affermati artisti contemporanei del panorama italiano e internazionale come Mario Airò, Vanessa Beecroft, Bertozzi & Casoni, Penone, solo per citarne alcuni, e in costante espansione, grazie ad una inedita e virtuosa collaborazione tra istituzioni pubbliche e private. Dalla Sala dell’Arengo, dove è momentaneamente collocato il grande affresco del Giudizio Universale (1310 circa), frutto di maestranze guidate dai pittori Giovanni e Giuliano da Rimini, parte l’itinerario alla scoperta del Trecento riminese, legato al passaggio di Giotto a Rimini, che aiutò la fioritura di una vasta schiera di artisti, miniatori, pittori e frescanti, che lavorarono anche fuori dal dominio malatestiano, in tutta la Romagna, le Marche, il Veneto ed anche in Dalmazia. Oltre al Part, il percorso prevede di fare tappa anche nelle due maggiori chiese cittadine, la Chiesa di Sant’Agostino con il presbiterio e il campanile ornati da splendidi affreschi e il Tempio Malatestiano, custode del crocifisso di Giotto, per finire al Museo della Città, dove si possono ammirare opere appartenenti ai principali maestri della scuola riminese del Trecento, Giovanni e Giuliano da Rimini e il Baronzio. Fino al 7 novembre Rimini ospita, nel Palazzo Buonadrata, la mostra ‘L’oro di Giovanni’ dedicata al capostipite della Scuola Riminese del Trecento: Giovanni da Rimini. Al centro dell’esposizione, l’antica croce della chiesa di San Francesco a Mercatello, appena restaurata e nuovamente a Rimini dopo oltre 85 anni. La mostra pone a confronto le croci di Giovanni presenti sul territorio italiano (orario: dalle 10.30 alle 18.30. Ingresso gratuito, info: 0541 351611).

  • L’autunno dei sapori

Tanti sono i percorsi artistici e culturali che possono essere facilmente abbinati a gustose tappe nei ristoranti della città per assaporare i piatti tipici romagnoli, come la piada riminese (prodotto IGP), il vero street food di Rimini. Si possono anche frequentare cooking class per imparare come si fa e poi gustarsene una, fatta con le proprie mani (info: www.visitrimini.com). E’ questo il periodo ideale per le escursioni in quella che un tempo era la Signoria dei Malatesta e del Montefeltro tra rocche e castelli, situati a pochi chilometri dal mare e valorizzati in questo periodo da sagre ed eventi autunnali: come la Fiera di San Michele (25 – 26 settembre) e di San Martino (6 – 7 – 8 – 11 novembre) a Santarcangelo di Romagna o la fiera degli Antichi frutti d’Italia a Pennabilli (25 – 26 settembre) o la Sagra del Tartufo a Sant’Agata Feltria (tutte le domeniche di ottobre), la fiera del formaggio di fossa a Talamello (14 – 21novembre) o quella della polenta e dei frutti del sottobosco a Perticara (domeniche di settembre e domenica 3 ottobre). Ogni borgo ha la sua storia da raccontare: quella di Cagliostro, delle Fiabe, del Mastin Vecchio, di Paolo e Francesca o di Azzurrina… in un misto fra storia e leggenda.

  • La stagione della vacanza attiva

Per gli amanti della vacanza attiva e del benessere Rimini offre mille opportunità in tutte le stagioni, dalla possibilità di correre ed allenarsi al Parco del Mare, il nuovo water front di Rimini dove si può passeggiare tra la vegetazione adriatica a due passi dal mare o allenarsi nelle isole wellness, ma anche un percorso per runner di tutte le età, fino alla possibilità di muoversi in bicicletta per lambire il mare da nord a sud. E ancora allenamenti all’aria aperta con Fluxo al Ponte di Tiberio dal lunedì al giovedì nell’ora di pranzo (13.30 e 14.30) fino al 4 novembre: si può scegliere fra diverse discipline da praticare all’aria aperta e i partecipanti possono seguire corsi diversi o scegliere sempre la stessa attività (info: 3471224480). Walk on the beach fino a fine settembre propone 50 minuti di camminata sportiva partendo dal bagno 26 ogni mercoledì sera (ore 19.15) e sabato mattina (ore 8). Rimini Yogi dà appuntamento per lezioni collettive di yoga tradizionale all’aperto al ponte di Tiberio tutte le domeniche fino a fine ottobre alle ore 10 (info: 331 528 5154). Per gli amanti della corsa, il 2 e 3 ottobre Rimini Marathon ritorna con il proprio evento autunnale, la ‘River Run’. Questa edizione sarà una due giorni di sport con il cuore pulsante al Ponte di Tiberio. A precedere la corsa, sabato 2 ottobre alle ore 15 prenderà il via la prima “Family river bike” una cicloturistica di 25km aperta a tutti. Domenica 3 ottobre alle ore 9.30 partirà invece la ‘River Run’ (competitiva Fidal) sulla distanza di 15km sempre nel bellissimo scenario della ciclabile del Marecchia.

  • Autunno fra parchi tematici e le terme

A Rimini non mancano le opportunità di divertimento con i parchi tematici della riviera, come Fiabilandia o Italia in miniatura, Oltremare o l’acquario di Cattolica, che continuano ad accogliere i loro ospiti, bambini e adulti, nei week-end almeno fino a fine ottobre. Per i più avventurosi, fra liane e ponti sospesi fra gli alberi, anche i parchi avventura continuano a far divertire i loro ospiti, come il San Marino Adventures, dove ci si può affrontare in adrenalinici scontri di softair o mettersi alla prova in percorsi che si tendono, sospesi in aria, fra gli alberi del parco (per info ed orari: www.sanmarinoadventures.sm). Anche lo Skypark terrà ben tesi fino a novembre i suoi ponti a decine di metri di altezza, permettendo agli avventurosi ospiti di spostarsi, tramite funi e carrucole, attraverso il fitto della vegetazione (info: www.skypark.it)
Da non dimenticare Rimini e Riccione Avventura, i nuovissimi parchi sospesi sugli alberi a pochi passi dal mare, che rimangono aperti quasi tutto l’anno. (per info ed orari:​www.riminiavventura.it/ e www.riccioneavventura.it). Per chi vuole rilassarsi e rigenerarsi, dopo una giornata attiva, c’è Rimini Terme che propone, oltre all’area termale, una Spa con piscine con acqua di mare e vista sul mare, sauna, area relax e stanza del sale (info: www.riminiterme.com).

Per offerte, pacchetti e informazioni turistiche sulla città contattare il numero 0541.53399 www.visitrimini.com

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui