“Corti da sogni”, 22a edizione a Ravenna

Con il meglio della produzione internazionale e due eventi speciali, dal 22 al 24 novembre Ravenna ospita un’inedita versione autunnale di Corti da sogni – Antonio Ricci. La 22ª edizione del festival, organizzata in collaborazione con il Comune di Ravenna – assessorato alla Cultura, si svolgerà al cinema Mariani. Le proiezioni (ingresso a 5 euro) prenderanno il via lunedì 22 novembre alle 20.30 con i cortometraggi in concorso e la presentazione in anteprima del corto 2020: nascita e morte di un virus di Edo Tagliavini; il festival proseguirà poi il 23 novembre sempre con proiezioni dalle 20.30 mentre, nella giornata conclusiva di mercoledì 24 novembre, il programma prevede il via alle 18 con la proiezione dei corti in concorso e l’evento speciale “Il lato oscuro della luna”, in collaborazione con la libreria Momo. A seguire dalle 20.30, si svolgerà la serata finale del festival e la premiazione dei vincitori. Conduce il giornalista Alberto Mazzotti.

Le categorie

Tre sono le categorie in concorso: Sogni fiction (riservata ai corti internazionali) e le tradizionali Premio Giuseppe Maestri (opere di animazione) e Made in Italy (destinati ai cortometraggi italiani). Ventinove sono invece i cortometraggi giunti alla fase finale del festival provenienti da Iran, Colombia, Canada, Francia, Germania, Russia, Usa, Taiwan, Australia e Italia.

I numerosi corti italiani mostrano che il lockdown e la successiva emergenza non hanno del tutto fermato la produzione cinematografica nazionale, anzi il mondo del cortometraggio continua a esprimere una forte vitalità e nei corti giunti alla fase finale si possono vedere interpretazioni di importanti attori del nostro cinema: da Violante Placido ad Alessandro Haber, ma anche l’emergente Ludovico Tersigni (protagonista delle serie tv “Summertime” e “Skam Italia” e nuovo volto di X-Factor) e l’affermato Alessio Boni.

Le novità

Gli organizzatori del Circolo Sogni affermano che «dopo l’edizione estiva all’Arena del Sole di Lido di Classe, il festival sperimenta una versione autunnale al Mariani. Ci eravamo salutati lo scorso 26 giugno dopo 8 giorni di cinema sotto le stelle, torniamo ora in una sala cinematografica con un’edizione concentrata in appena tre giorni. Si amplia inoltre il panorama delle realtà con cui il Circolo Sogni collabora; la 22ª edizione coinciderà con l’organizzazione di un evento speciale con la libreria per ragazzi Momo. Grazie a un progetto ideato da Sara Panzavolta, un gruppo di giovani lettori si è trasformato in una squadra cinematografica per portare sullo schermo il testo Il lato oscuro della luna scritto a quattro mani da Fabio Geda e Marco Magnone (autori di “Berlin”, serie letteraria cult per i giovanissimi)».

Eventi speciali

Il festival presenta in anteprima assoluta la nuova opera di Edo Tagliavini 2020: nascita e morte di un virus che ripercorre i momenti più drammatici della pandemia. L’occhio del regista ravennate si sofferma su una Ravenna deserta e sul bombardamento mediatico che è entrato nelle case di tutti gli italiani.

«Nato da una prima semplice idea di piccolo corto – commenta il regista – , che voleva approfittare della nostra Ravenna completamente deserta e dell’irreale situazione nella quale il mondo si è trovato, col passare dei mesi e l’accumularsi dei materiali raccolti l’idea originale ha cominciato a trasformarsi in un Frankenstein visivo, mescolando i generi dell’audiovisivo, diventando altro. Così il lavoro è diventando quello che definirei un documentario pop up».

Info: www.cinesogni.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui