CESENA. Al termine delle giornate di effettuazione tamponi da parte delle Ausl locali, sugli addetti dei reparti macellazione e sezionamento degli stabilimenti AVI.COOP di San Vittore di Cesena e Santa Sofia, in ottemperanza a quanto previsto dall’Ordinanza della Regione Emilia-Romagna del 13 luglio scorso per la ricerca del genoma virale Sars-CoV2, sono stati eseguiti complessivamente test su 1.827 dipendenti. I tamponi hanno dato esito negativo su 1.825 dipendenti: solo in 2 casi l’esito è risultato positivo.

·                  «Sui 2 casi di positività – racconta l’azienda in una nota – relativi a dipendenti assenti da tempo dal lavoro per motivi personali, il Servizio Sanitario a seguito di verifiche epidemiologiche effettuate, ha certificato che il contagio si è verificato  all’esterno dell’azienda. Questi risultati – continua Amadori – estremamente rilevanti e di gran lunga inferiori alla media regionale e nazionale di diffusione del virus, sono la conferma dell’efficacia delle procedure interne di autocontrollo e di gestione delle attività intraprese sin dall’inizio dell’emergenza da AVI.COOP, così come da tutte le società parte della filiera integrata Amadori, per garantire la salute dei lavoratori e assicurare la prosecuzione della produzione in completa sicurezza».

Argomenti:

Amadori

coronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *