Coronavirus, cento svizzeri disdicono l’hotel a Riccione: «In Italia non veniamo»

Prima l’ansia dilagante di mamme e papà, poi il consiglio del ministero della Sanità della Svizzera: «In Italia è meglio che non ci andiate». È saltato così il viaggio-allenamento di ottanta ragazzini (più sedici accompagnatori adulti) ticinesi della squadra del Bellinzona. Sarebbero dovuti arrivare ieri in un tre stelle sul lungomare di Riccione per poi ripartire martedì ma in mattinata hanno fatto sapere che «causa Coronavirus» sarebbero rimasti in Svizzera.

I particolari sul Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui