Coronavirus, sequestrate 80.000 mascherine arrivate dalla Cina

RIMINI. I Nas hanno sequestrato circa 80.000 mascherine del valore di circa 200.000 euro. Multe per 30.000 euro. I carabinieri del Nas hanno trovato e sequestrato in due depositi logistici dediti alla distribuzione di prodotti farmaceutici e sanitari (nelle province di Bologna e Rimini) complessivamente circa 80.000 mascherine protettive, interamente importate dalla Repubblica Popolare Cinese. Il valore commerciale delle mascherine, stimano i militari, ammonta a 200mila euro.

l legale rappresentante dell’azienda è stato denunciato alla Procura della Repubblica per frode in commercio e violazione della normativa sui dispositivi di protezione individuale (DPI). E gli sono state comminate sanzioni per 30.000 euro. I prodotti sequestrati, destinati ai mercati di Emilia Romagna e regioni limitrofe, che riportavano in etichetta la marcatura CE e le indicazioni relative a dispositivi di protezione individuale di tipo FFP1, FFP2 e KN95, erano stati immessi nel circuito commerciale in assenza di corrette indicazioni al consumatore e delle indicazioni di sicurezza nonchè privi della documentazione attestante le prove tecniche effettuate e la relativa idoneità all’impiego. 

Commenti

  1. Leggendo questa notizia può far solo male, le truffe sono all’ordine del giorno in Italia, persino nei giorni della pandemia.
    Adesso la Guardia di Finanza ha scoperto un notevole quantitativo di mascherine irregolari, provenienti dalla Cina.
    Proprio lo Stao Cinese colpito dal Corona Virus, nella città di Whan.
    Certo che molti operatori italiani che lavorano in Italia, non fanno bella figura, non so se loro sanno o no sanno se le cose importate da altri paesi siano regolari con le nostre leggi europee, certamente ci deve essere un controllo anche da parte dell’operatore di una azienda, e verificare se il materiale sia regolare.
    Certamente vi sono operatori di aziende che sottovalutano questo regolamento europeo, che prevede che qualsiasi materiale sia in regola, specialmente il materiale di uso sanitario.
    Per fortuna vi sono controlli efficaci, delle forze di polizia, in questo caso la Guardia di Finanza, e altri organismi come i NAS del gruppo dell compagnia dei Carabinieri.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui