Coronavirus, in Romagna stop a messe e funerali fino al 3 aprile

Coronavirus, in Romagna stop a messe e funerali fino al 3 aprile

Stop alle messe coi fedeli fino al 3 aprile. Lo hanno stabilito le Diocesi di Imola, Bologna, Ravenna-Cervia, Ferrara-Comacchio e i vescovi di Cesena-Sarsina, Faenza-Modigliana, Forlì- Bertinoro alla luce delle nuove disposizioni per arginare la diffusione del coronavirus. Dovendo evitare la presenza contemporanea di più persone in luoghi ravvicinati, è stato rinnovato l’invito ai sacerdoti a garantire e rispettare la distanza di almeno un metro. Le chiese resteranno aperte per garantire la preghiera personale, ma senza acqua benedetta nelle acquasantiere. Inoltre fino al 3 aprile sono sospese le messe feriali e festive con i fedeli. “Pertanto è sospeso il precetto festivo. Si invitano i fedeli alla preghiera personale e in famiglia, utilizzando i sussidi proposti dagli organismi pastorali e seguendo le celebrazioni trasmesse via streaming, alla radio e alla televisione”. Consentita l’unzione degli infermi mentre per i funerali sono consentite esclusivamente la preghiera alla chiusura della bara e quella al sepolcro. Sospese anche le visite alle famiglie per le benedizioni pasquali e gli incontri di catechesi; dove possibile saranno svolti incontri in streaming. Stop anche ad attività formative, aggregative e sportive di circoli e oratori oltre a manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi natura, inclusi quelli cinematografici e teatrali, feste e sagre parrocchiali, pellegrinaggi e gite. “I Centri d’ascolto e i servizi della Caritas diocesana e parrocchiali sono aperti e svolgeranno la propria attività in accordo con i rispettivi responsabili e secondo le indicazioni delle competenti autorità territoriali”.

Argomenti:

1 commento

  1. Da dipendente di un’agenzia funebre che opera a Milano posso dirvi che probabilmente questo divieto verrà esteso per molti mesi ancora. Però abbiamo già avuto molte richieste da parte di famiglie che vogliono organizzare il funerale una volta cessato l’allarme coronavirus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *