Coronavirus, ripartono bus e traghetto. Facilitatori in campo

RAVENNA. Con l’avvio della Fase 2 riparte anche il trasporto pubblico. Start Romagna impiegherà complessivamente 288 bus nei tre bacini, mettendo in campo i facilitatori per gli agevolare gli utenti. Obbligo delle mascherine a bordo; in assenza di dispositivi di protezione il servizio verrà bloccato. “Le capienze dei mezzi, sempre regolarmente sanificati, saranno ridotte rispetto alla capacità omologata, con l’obiettivo di garantire la distanza di un metro fra le persone – spiega una nota dell’azienda -. In questi giorni è stato elaborato un piano di comunicazione che alle biglietterie, alle fermate e sui bus, oltre che sui canali informativi online compresi i social di Start Romagna, possa trasmettere alla clientela le informazioni su un corretto utilizzo del trasporto pubblico locale e rassicurare sull’utilizzo dei mezzi pubblici nella fase di convivenza con il covid-19”.

Le novità

Una delle novità è lo spiegamento di un ‘nucleo di facilitatori’ che saranno presenti in prossimità dei bus e delle fermate. “Gli addetti avranno la funzione di assistere e informare i clienti sul corretto utilizzo del servizio di trasporto pubblico locale, sempre con l’obiettivo di limitare al massimo le occasioni di contagio. informeranno gli utenti sulle regole di accesso ai mezzi di trasporto e ai punti vendita, sensibilizzandoli sui comportamenti corretti da tenere per prevenire situazioni di affollamento e criticità. Ogni facilitatore, riconoscibile e attrezzato con dispositivi di protezione, registrerà comportamenti e qualunque fatto possa essere eventualmente utile alle autorità sanitarie. Il personale viaggiante a bordo dei bus è sempre in contatto con la centrale operativa per condividere necessità e urgenze.

L’altra novità riguarda l’obbligo di indossare la mascherina a bordo bus e alla fermata di attesa, oltre a quello di mantenere una distanza fisica di almeno un metro. “Qualora a bordo dei mezzi utenti non fossero dotati di mascherine, l’autista interromperà il servizio. Per garantire le distanze fisiche fra le persone la capacità di carico dei bus sarà ridotta e alcuni sedili saranno inibiti all’utilizzo con opportuna segnaletica. La porta anteriore del mezzo resterà chiusa; per la salita e la discesa potranno essere utilizzate le altre porte nel rispetto dell’apposita segnaletica. E’ necessario mantenere la distanza dagli altri passeggeri e dare scrupolosamente la precedenza ai passeggeri in discesa, oltre ad evitare di avvicinarsi o di chiedere informazioni al conducente”.

Biglietti

E’ consigliato l’acquisto di titoli di viaggio in formato digitale, on line o tramite App. Per questo tipo di acquisto non viene applicato alcun sovrapprezzo. La vendita da parte del conducente è sospesa. Le emettitrici di bordo, ove presenti, sono invece utilizzabili.

Sicurezza

Si raccomanda di non usare i mezzi del trasporto pubblico locale a chi ha sintomi influenzali. E’ raccomandata, inoltre, una frequente igienizzazione delle mani.

Le corse urbane e il traghetto

Nell’area urbana di Ravenna sarà in vigore da lunedì a sabato il servizio feriale non scolastico. Nei giorni festivi sarà attuato il normale servizio urbano previsto per tali giornate. Il Punto Bus di Ravenna sarà aperto da lunedì a sabato, dalle 7 alle 19. Il servizio traghetto svolgerà servizio dalle 5 alle 0.30 senza modifiche di orario nel weekend e disciplinando ingressi e movimenti secondo procedure che saranno testate in questi giorni.

Le corse entraurbane

Nell’area extraurbana le linee effettueranno il servizio feriale e feriale non scolastico. Le linee del servizio extraurbano che resteranno sospese sono elencate sul sito www.startromagna.it. Il ripristino della linea 201 e le frequenze della linea 251 (Cervia) avranno alcune modifiche o limitazioni descritte sul sito.

Nei giorni festivi, nell’area extraurbana il servizio verrà interamente sospeso. resteranno attive solo le corse di linea 149, 156 e 195 che connettono con i poli Marcegaglia e Enichem.

Restano sospesi a Lugo il servizio Mercabus, così come le due linee urbane di Riolo (in quanto scolastiche). In riferimento al servizio provinciale “Urbano Cervia e Forese”, per la linea ‘Forese’ si effettuerà il servizio non scolastico previsto per il mese di maggio, per la linea ‘201-Urbano Cervia’ dal 4 maggio fino al 16 maggio il servizio sarà ridotto nei giorni feriali a una corsa ogni 2 ore. Nessun servizio nei giorni festivi. Dal 18 maggio fino al 6 giugno si riparte con il servizio regolare previsto per il mese di maggio, una corsa ogni ora.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui