Coronavirus, a Ravenna 74 casi in più

Coronavirus, a Ravenna 74 casi in più

Sono 74 i nuovi casi di Coronavirus a Ravenna, lo ha appena reso noto il commissario regionale ad Acta Sergio Venturi. Non sono stati comunicati decessi. Il numero totale dei contagi sale così a 288 secondo la Provincia. Un dato purtroppo non certo rassicurante.

Sempre secondo la provincia sarebbero 55 le situazioni individuate attivamente dal Dipartimento di sanità Pubblica nel corso delle indagini epidemiologiche sui casi riscontrati nei giorni scorsi. <In massima parte – si legge nella nota – si tratta di contatti stretti già in isolamento e sorveglianza che hanno presentato sintomi nei 14 giorno di sorveglianza attiva. Tra questi 18 casi sono collegati al noto focolaio che ha visto coinvolta una palestra ravennate o direttamente (per aver frequentato la palestra) o indirettamente (attraverso contatti familiari).

<Si tratta pertanto – specifica la Provincia – di un aumento in parte atteso. Queste 55 persone  sono in isolamento presso il loro domicilio in quanto non necessitano di cure ospedaliere. Dei 20 casi ricoverati in ospedale nessuno, al momento, ha avuto necessità di ricovero in Terapia intensiva>.

Per quanto riguarda, il sesso, le 75 nuove positività fanno riferimento a 34 uomini e 41 donne.

Complessivamente i casi sono dunque 288, confermati alle 12 del 21 marzo, così distribuiti per Comune:

·         14 residenti al di fuori della provincia di ravenna

·         129 nel comune di Ravenna

·         37 nel comune di Faenza

·         27 nel comune di cervia

·         23 nel comune di Lugo

·         7 nel Comune di Russi

·         9 nel Comune di Alfonsine

·         6 nel Comune di Bagnacavallo

·         10 nel Comune di Castelbolognese

·         6 nel Comune di Conselice

·         4 nel Comune di Massa Lombarda

·         2 nel Comune di Sant’Agata Santerno

·         8 nel Comune di Cotignola

·         2 nel Comune di Riolo Terme

·         1 a Solarolo, 1 a Brisighella, 1 a Fusignano e 1 a Casola Valsenio

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *