Coronavirus, il punto in Prefettura a Ravenna

Nessun caso accertato di Coronavirus a Ravenna. Nella mattinata di oggi, 25 febbraio, è stato fatto il punto in prefettura: “Siamo in una fase di preallerta – ha spiegato il prefetto Enrico Caterino – che serve proprio a tranquillizzare i cittadini: il sistema si sta organizzando nel caso in cui si entri in una successiva fase di emergenza. Le misure prese servono a contrastare la diffusione del virus anche se a Ravenna non c’è al momento nessun caso accertato”. In prefettura è stato istituito un tavolo della crisi composto, oltre che dal numero uno del palazzo governativo, dal sindaco di Ravenna, dai vertici delle istituzioni sanitarie e dal presidente dell’Ordine provinciale dei Medici.

Proprio quest’ultimo, Stefano Falcinelli, fa il punto della situazione a livello medico: “Il Coronavirus è una malattia che non va sottovalutata ma è sbagliato creare allarmismo. Il problema principale è la sua alta contagiosità e il fatto che si tratti di una malattia nuova, che il nostro sistema immunitario non conosce. Per quanto ci riguarda abbiamo già chiesto ai medici di dare la massima disponibilità telefonica. D’altra parte chiediamo ai pazienti di non andare, se non necessario, negli ambulatori medici”. Falcinelli ha spiegato che i medici di famiglia stanno ricevendo diverse telefonate, ha lamentato l’assenza delle apposite mascherine protettive (esaurite nei giorni scorsi) ma anche il fatto che l’Ausl non abbia dato disposizioni precise al personale sanitario. Disposizioni che però dovrebbero arrivare in giornata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui