Coronavirus, messe a porte chiuse anche domenica: niente fedeli

Coronavirus, messe a porte chiuse anche domenica: niente fedeli
La messa celebrata ieri in Duomo a Rimini

BOLOGNA. Anche domenica messe ‘a porte chiuse’ in Emilia-Romagna per l’emergenza coronavirus, così come è stato durante tutta la settimana. E sospesa fino al 15 marzo ogni attività nelle parrocchie, in linea col decreto del Governo. Le nuove disposizioni arrivano dai vescovi dell’Emilia-Romagna, “in comunione con i vescovi della Lombardia e del Veneto”, che confermano dunque per tutte le diocesi della regione la sospensione “anche per domenica 8 marzo la celebrazione dell’Eucarestia con la presenza dei fedeli, così come restano sospese le celebrazioni eucaristiche feriali”. Inoltre, specifica la Cei dell’Emilia-Romagna, “tenendo conto delle disposizioni ministeriali circa la chiusura delle scuole, confermiamo la sospensione della catechesi e la chiusura degli spazi aperti al pubblico fino al 15 marzo”. La decisione, spiegano ancora i vescovi, è stata “assunta in accordo con la Conferenza episcopale italiana” e si è “resa necessaria dopo l’entrata in vigore del nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, con il quale si è definito il quadro degli interventi per arginare il rischio del contagio del coronavirus ed evitare il sovraccarico del sistema sanitario”.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *