RAVENNA. Tra le migliaia di mascherine non a norma importante dalla Cina dall’ex presidente della Camera Irene Pivetti, una parte sarebbe stata sequestrata in Romagna, in particolare nel Forlivese e nel Ravennate. Si tratta di dispositivi di protezione sui quali l’Inail aveva espresso parere negativo per l’immissione in commercio. Nell’ambito dell’inchiesta la Only Logistics della Pivetti e un distributore di Lentini, nel Siracusano, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per “frode in commercio” e “immissione sul mercato di prodotti non conformi ai requisiti essenziali di sicurezza”.

Argomenti:

coronavirus

Forlì

mascherine

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *