Sei dipendenti di una ditta di Savio di Cervia sono risultati positivi al Covid. Si tratta di lavoratori che operano all’interno di un’azienda del settore alimentare. Al momento solo uno di loro è sintomatico e proprio dal suo malore, che lo aveva portato nei giorni scorsi a presentarsi al pronto soccorso di Ravenna, sono scattati i tamponi per gli altri dipendenti dell’azienda.

Finora – stando a quanto confermato al Corriere sia da fonti sindacali che dagli stessi lavoratori della società – sono in tutto altre cinque le persone che in questi giorni sono state costrette a cominciare la quarantena nelle loro abitazioni dopo che il tampone ha dato esito positivo. Ma non è escluso che nei giorni scorsi possano esserci nuovi casi, considerato che in tutto i tamponi eseguiti legati a quel “focolaio” sono circa una sessantina.

Come detto l’allarme era scattato in seguito al malessere avvertito da un uomo che con febbre alta e vomito – oltre ad altri sintomi tipici del covid – aveva deciso di rivolgersi al 118. Poche ore dopo aveva avuto conferma di essere alle prese con il virus.

Nell’azienda che occupa circa 70 persone il lavoro sta però continuando, ma ovviamente il clima non è dei migliori come confermato da un dipendente che chiede l’anonimato: «Stiamo vivendo con molta ansia questa fase, visto il rischio di contagio».

Ieri intanto in tutto il territorio provinciale si sono registrate altre due positività: si tratta di due pazienti di sesso femminile asintomatiche. Entrambe per problemi di salute diversi tra loro si erano presentate in ospedale, dopo una visita era stato deciso il ricovero, a quel punto è stato però necessario eseguire il tampone (cosa che avviene con tutti i pazienti bisognosi di un posto letto), ma nel loro caso è emersa una positività. Ora si trovano ricoverate in isolamento.

I casi complessivamente diagnosticati da inizio contagio nel Ravennate, aggiornati alla mattinata di oggi, sono in tutto 1.150.

La maggior parte (538) sono nel territorio comunale di Ravenna, poi Faenza 143, Cervia 86, Lugo 70 e Russi 62.

Argomenti:

azienda

coronavirus

savio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *