Andrea Gnassi

 «In Romagna siamo seri e pazienti, ma non si può abusare di queste virtù. Basta con la banalizzazione del tema del turismo, il settore industriale più colpito dalla pandemia». Non ne può più il sindaco di Rimini Andrea Gnassi e al governo certezze. «Basta sciocchezze. Basta boutade, gettate lì per alimentare dibattiti grotteschi – tuona -. Se ad andare in crisi è la meccanica, il tessile, la siderurgia si muove il mondo».C’è in ballo dal 15 al 20 % del Pil del Paese. «Oppure me lo devo cavare anch’io con una battuta? Per andare in spiaggia quest’anno dovremo avere un termometro sotto l’ascella, termoscanner a ogni angolo, arrivare con un box doccia ambulante e poi infilarci in una cabina di plexiglas? C’è una banalizzazione e una irresponsabilità che non accettiamo più per un settore con milioni di lavoratori e imprese. E’ stato ribadito da medici e scienziati che la spiaggia, con l’acqua di mare salata, la sabbia, il sole, è tra i luoghi naturalmente più sicuri dal punto di vista igienico e, in assoluto, uno dei luoghi dove stare e vivere momenti sereni e con servizi nuovi. Non abusate della nostra pazienza»>.

Argomenti:

coronavirus

gnassi

spiaggia

turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *