CESENA. Nella nottata del 30 agosto 2020, durante i controlli per il rispetto delle normative Covid-19, i carabinieri in abiti civili, hanno controllato la discoteca “Molo 9 cinque” riconvertita, in ossequio alle recenti disposizioni contenute nella richiamata ordinanza, in lounge bar con apposito dj set. Attorno alle 2 nonostante i divieti vigenti, alcuni avventori del locale, all’incirca sessanta persone, ballavano in un’area del locale riservata alla postazione del deejay, contravvenendo all’obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale (mascherine) e di mantenere il distanziamento interpersonale. Il tutto nella completa indifferenza del personale preposto alla vigilanza del locale. Nell’immediatezza, i carabinieri hanno convocato il titolare dell’esercizio pubblico il quale, limitandosi a constatare quanto appurato dagli operanti, adduceva giustificazioni generiche asserendo, tra le altre cose, che sarebbe stato difficile far rispettare determinate regole, «Essendo impossibile impedire fisicamente alle persone di ballare o di indossare la mascherina». I carabinieri non hanno proceduto all’immediata chiusura del locale e allo sgombero dello stesso ma, il giorno dopo, hanno eseguito la contestazione della violazione al titolare dell’attività, per la quale è prevista una sanzione pecuniaria da euro 400 ad euro 3000 con contestuale richiesta all’autorità competente circa l’eventuale adozione della misura accessoria della chiusura temporanea del locale. sulla quale il Prefetto si pronuncerà eventualmente solo in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *