Coronavirus Cesena, in Comune smart working per altri 23, tra cui il sindaco

Coronavirus Cesena, in Comune smart working per altri 23, tra cui il sindaco

CESENA. Smart working a Cesena per la pubblica amministrazione. Come disposto dalla circolare ministeriale, la città si adegua. “In questi giorni di emergenza – commenta il sindaco Enzo Lattuca – il lavoro dei nostri uffici non ha subito rallentamenti grazie all’aspetto telematico della quasi totalità dei nostri servizi che garantisce all’utente di lavorare le pratiche online e senza recarsi fisicamente agli sportelli. Inoltre, anche i nostri dipendenti hanno la possibilità di svolgere la propria prestazione al di fuori degli uffici comunali superando i vincoli spazio-tempo del lavoro tradizionale. Il nostro Comune è tra gli enti che hanno attivato da circa due anni la sperimentazione dello smart working cogliendo immediatamente l’opportunità normativa. Ci  troviamo  dunque oggi in una condizione favorevole avendo già sperimentato le modalità e definito gli strumenti per poter utilizzare il lavoro agile”.

Anche a Cesena si sono attivate le modalità temporanee semplificate previste dal DL 2/2020 per la gestione della fase di emergenza, dando così la possibilità ai dipendenti di utilizzare il proprio computer, con una particolare attenzione alla sicurezza. In questo momento stanno lavorando da remoto, oltre ai 21 dipendenti già partiti in via ordinaria, altri 23 attivati secondo quanto previsto con le modalità veloci previste esclusivamente per questa fase di emergenza. Inoltre, sono già state programmate per i prossimi mesi altre 10 attivazioni. Questa misura è risultata particolarmente utile ed efficace anche per assicurare la continuità dell’azione amministrativa del primo cittadino Enzo Lattuca che da questa mattina ha proseguito il suo lavoro pur essendo in auto-isolamento nella sua abitazione.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *