Coronavirus Cattolica: sospesi mercati ambulanti, chiuse palestre, sale giochi e centri ricreativi e sociali

CATTOLICA. Mercati ambulanti settimanali sospesi, chiusura delle palestre e delle biblioteche. I sindaci di Cattolica, Morciano e San Clemente hanno emesso ordinanze più restrittive rispetto a quella della Regione Emilia Romagna dopo il caso conclamato di contagio da coronavirus.

A Cattolica sospese manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, anche di natura culturale, ludico, sportiva, ecc., svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico; sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura ad eccezione delle biblioteche.

A San Clemente il sindaco Mirna Cecchini ha ordinato la chiusura del ristorante “La Romagnola”; la sospensione del mercato ambulante settimanale; la chiusura della Biblioteca comunale “G.Tasini”; la chiusura del centro diurno “Del Bianco”; la chiusura delle palestre, dei centri di intrattenimento ludico, ricreativo o sociale nonché la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, ad eccezione delle attività economiche, agricole, produttive, commerciali, di servizio e ricettive, ivi compresi i pubblici esercizi e il Circolo Acli di via Croce.

A Morciano sospeso il mercato ambulante oggi e l’evento domenicale del 1° marzo; prorogata a sino all’8 marzo la chiusura della Biblioteca comunale “G. Mariotti”; chiuse palestre e sale giochi, centri di intrattenimento ludico, ricreativo o sociale nonché sospese manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui