Coronavirus, nessun caso in Emilia Romagna: «Quattro segnalati ma erano solo influenze»

BOLOGNA. «Al momento in Emilia-Romagna non ci sono casi di coronavirus. Siamo attenti e attrezzati, ma non allarmati». La Regione ha messo in piedi una task force per monitorare e gestire la situazione. Ieri mattina si è riunita l’unità di crisi regionale istituita ad hoc. Al momento è stato deciso che chi non presenta sintomi «non sarà messo in quarantena». Il laboratorio di riferimento regionale sarà la microbiologia del Policlinico Sant’Orsola di Bologna, già oggi centro di emergenza regionale per le infezioni, in grado di eseguire i test in poche ore.

Nell’arco di una settimana, sono stati analizzati quattro casi a livello regionale, tutti rivelatisi semplici influenze, su persone rientrate dalla Cina. Secondo Licia Petropulacos, direttrice della Sanità in Regione, la probabilità che il virus si diffonda e faccia vittime in Emilia-Romagna «è bassissima, quasi zero: ci preoccupa di più l’influenza del coronavirus. Ma dobbiamo comunque comportarci con la massima prudenza». L’Emilia-Romagna ha quindi disposto che «se una persona è stata nelle zone a rischio ma non ha sintomi, non deve fare nulla». Se i sintomi sono lievi deve contattare il medico di base o la guardia medica, mentre nei casi più seri «si andrà a graduare l’intervento a seconda della gravità dei sintomi o del tipo specifico di esposizione».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui