Bar, ristoranti, negozi di abbigliamento e parrucchieri, possono aprire da lunedì 18 maggio. Probabilmente anche gli stabilimenti balneari. Il via libera è giunto questa sera durante il confronto fra il governo e i presidenti regionali. L’ultima parola spetta alle Regioni.
Nelle ultime ore il governatore Stefano Bonaccini si era già speso per la riapertura. «Lo ripeto da diversi giorni ormai: se la curva dei contagi continuerà la discesa di queste ultime settimane dobbiamo dare la possibilità ad attività oggi ancora chiuse di riaprire, ovviamente nella completa sicurezza di lavoratori e clienti».
In questo senso è andata la video-conferenza di oggi pomeriggio fra i presidente regionali e il governo. Il premier Giuseppe Conte – ha spiegato il governatore della Liguria, Giovanni Toti – ha dato il via libera e concesso autonomia alle Regioni: da lunedì 18 maggio sarà quindi possibile aprire bar, ristoranti, negozi di abbigliamento, parrucchieri e centri estetici e probabilmente anche gli stabilimenti balneari. Se i dati dei contagi lo richiederanno il governo si riserva di intervenire in maniera restrittiva.

Argomenti:

coronavirus

NEGOZI

parrucchieri

ristoranti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *