Coronavirus, 4 decessi e 37 nuovi contagi in provincia di Rimini

RIMINI. Sono 37 i nuovi casi positivi al coronavirus in provincia di Rimini. Purtroppo con quattro decessi, quattro donne di 71, 80, 86 e 88 anni. Intanto il Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica nega l’autorizzazione all’iniziativa “Accendiamo il futuro” che voleva per il 25 aprile accendere le luci in tutte le attività commerciali della città dalle ore 22 per tutta la notte. Si andrebbe infatti, spiegano dalla Prefetttura, “in contrasto con le disposizioni attualmente in vigore, che impongono il divieto generale di mobilità se non per i motivi espressamente indicati nelle norme stesse”. La manifestazione potrà essere programmata in una data successiva, “a seguito dell’introduzione di disposizioni più favorevoli alla mobilità”. Per quanto riguarda i nuovi contagiati, si tratta di 11 uomini e 26 donne, tre sono ricoverati in ospedale e 34 seguiti al proprio domicilio in isolamento. Oggi si registrano anche 69 guarigioni con doppio tampone, per un totale di circa 835 pazienti guariti. I casi totali salgono così a 1.911, di cui 90 cittadini residenti fuori provincia, 700 a Rimini, 245 a Cattolica, 233 a Riccione, 118 a Misano Adriatico, 129 a San Giovanni in Marignano, 57 a Santarcangelo di Romagna, 37 a San Clemente, così come a Montescudo-Monte Colombo e a Morciano di Romagna, 75 a Coriano, 29 a Novafeltria, 42 a Bellaria-Igea Marina, 21 a Saludecio, 19 a Verucchio, 10 a Pennabilli, 10 a Mondaino, sette a San Leo, otto a Montefiore Conca, quattro a Gemmano, sei a Montegridolfo, quattro a Talamello, sette a Poggio Torriana, due a Maiolo e uno a Sant’Agata Feltria.

Nella Repubblica di San Marino nessun morto ma 13 nuovi casi e un guarito. Complessivamente i positivi sono 501, di cui 398 in osservazione sanitaria, 40 deceduti e 63 guariti 63. Tra le persone positive, 15 sono ricoverate all’Ospedale di San Marino, tre in Terapia Intensiva, una femmina e due maschi; 12 nelle degenze di isolamento, sette femmine e cinque maschi; 383 in isolamento al proprio domicilio, 202 femmine e 181 maschi. I dimessi dall’Ospedale per migliorate condizioni sono 123, mentre le quarantene attive 681, 612 laici, 55 sanitari, 14 Forze dell’ordine. Sono 1.020 quelle terminate. Complessivamente sono stati eseguiti 1.929, 57 quelli refertati ieri. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui