CESENA. Sale di altre 4 unità il numero di infettati dal Covid 19 nell’area Cesenate. I contagi familiari e quelli di rientro dopo il turismo continuano a tenere banco e la somma provinciale di contagiati da inizio pandemia è salita così a quota 1860.
A Cesenatico dallo scorso weekend si sommano i tamponi da eseguire a causa di due colleghe di lavoro i comune ammalatesi contemporaneamente. Una delle due è stata ricoverata per gli effetti del Covid-19 e strada facendo è stato evidenziato come positivo al tampone ci fosse anche il marito sessantenne di una delle due dipendenti comunali (ricoverato a Forlì per una severa polmonite dovuta al coronavirus) e la badante della madre che vive in casa con questa famiglia. Anche l’anziana donna ora è entrata nel numero degli ammalati: quasi inevitabile per lei che ha bisogno di cure ed assistenza e che è stata assistita da persone che avevano contratto il virus.
A Cesenatico (dove adesso i casi totali sono 9) si è poi sommato anche un caso sintomatico che era a stretto contatto con il giovane risultato positivo nei giorni scorsi. Il virus è emerso al ritorno da un viaggio in Croazia, nell’Isola di Pag: luogo “must” per le vacanze dei giovanissimi che (spesso dopo la maturità, ma non solo) qui si trovano festeggiare la fine della scuola, con pacchetti che prevedono, tutto compreso, il trasporto, il vitto, l’alloggio e gli ingressi in discoteca. Nottate da sballo che per molti ragazzi hanno lo stesso genere di attrazioni ed alcolici a fiumi stile Ibiza o Magaluf (Maiorca). Purtroppo in tempi di coronavirus numerosi giovani sono tornati contagiati anche perché, riferiscono da tutta Italia, a Pag non sono particolarmente rigidi, sia per l’utilizzo delle mascherine sia per il distanziamento sociale.
Due i casi positivi delle ultime ore a Cesena. Si tratta di un tampone eseguito su segnalazione del medico curante e di un altro contagio intrafamiliare: ossia la moglie del turista di Monza che era stato segnalato ed isolato nei giorni scorsi.
Ai quattro nuovi contagiati di oggi fanno da contraltare altrettante guarigioni in Provincia.
Su scala regionale dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 30.315 casi di positività, 58 in più rispetto a ieri, di cui 27 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.
Dei 58 nuovi casi, 29 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone; 20 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti, 21 sono collegati a vacanze o rientri dall’estero (per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen, mentre per chi rientra da Croazia, Spagna, Grecia e Malta è stato introdotto un tampone senza isolamento domiciliare preventivo).
Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano a Bologna (15 casi), a Modena (12) e a Reggio Emilia (8).
I tamponi effettuati sono 6.376, per un totale di 759.033. A questi si aggiungono anche 1.255 test sierologici.

Argomenti:

coronavirus

Covid-19

tamponi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *