Coriano, rinnovata la convenzione con le Guardie Ecologiche Volontarie

Rinnovata la convenzione tra Comune di Coriano e il corpo delle Guardie Ecologiche Volontarie. Le Gev (Guardie ecologiche volontarie) della provincia di Rimini collaborano con il Comune di Coriano dal 2018 ed essendo scaduta la convenzione è stato valutato di riproporre la collaborazione anche per l’anno 2022 con possibilità di rinnovo fino al 31 dicembre 2023. 

Per lo svolgimento delle attività le guardie ecologiche utilizzeranno le auto del servizio di vigilanza del Corpo mentre il Comune rimborserà una somma forfettaria annuale di 3mila euro.

Nel corso del 2021 le Gev hanno effettuato nel comune di Coriano 246 ore di presenza, percorrendo quasi 3500 km e intervenendo in 60 situazioni critiche o di violazione. 

Le GEV sono pubblici ufficiali con funzioni di vigilanza ambientale e polizia amministrativa e oltre a promuovere informazione in materia ambientale, possono accertare violazioni che comportano sanzioni pecuniarie. Tra le attività delle GEV anche quelle di monitoraggio e controllo ambientale di parchi e giardini, tutela del verde pubblico, controllo della corretta conduzione dei cani e del mancato benessere degli animali, controllo del corretto conferimento dei rifiuti e controllo selettivo dei sacchetti e rifiuti abbandonati.

E’ possibile cooperare con l’attività delle GEV come volontari e anche con segnalazioni partecipate da inviarsi via mail a corpogevrimini@gmail.com 

Potranno essere segnalate situazioni di degrado o problematiche relative all’abbandono di rifiuti, comportamenti scorretti riguardo all’ambiente o agli animali, favorendo così le indagini al riguardo.

“Abbiamo voluto rinnovare la convenzione con le Gev – dice l’assessore Anna Pazzaglia – per la loro preziosa attività di controllo e presenza sul territorio, per la collaborazione che hanno sempre dimostrato anche nelle iniziative come la Festa dell’albero, l’educazione ambientale nelle scuole e in altre occasioni. L’ambiente è un bene di tutti e tutti noi abbiamo il diritto di vivere in un luogo decoroso, e quindi si richiede la massima collaborazione da parte di tutti i cittadini”. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui